Limite finanziabilità mutuo fondiario

Quale valore dell'immobile deve essere confrontato con la somma erogata per stabilire se è stato violato il limite di finanziabilità del fondiario (80%)? Sul valore di perizia (che è comunque un dato soggettivo ad uso interno della banca e spesso sconosciuto) o sul valore dichiarato nell'atto pubblico davanti al notaio?

L'articolo 38 del Testo Unico Bancario (TUB) stabilisce che Il credito fondiario ha per oggetto la concessione, da parte di banche, di finanziamenti a medio e lungo termine garantiti da ipoteca di primo grado su immobili e che la Banca d'Italia, in conformità delle deliberazioni del CICR, determina l'ammontare massimo dei finanziamenti, individuandolo in rapporto al valore dei beni ipotecati o al costo delle opere da eseguire sugli stessi, nonché le ipotesi in cui la presenza di precedenti iscrizioni ipotecarie non impedisce la concessione dei finanziamenti.

Il CICR ha successivamente stabilito che l'ammontare massimo del finanziamento di credito fondiario è pari all'80% del valore dei beni ipotecati o del costo delle opere eseguite sugli stessi. E che tale percentuale può essere elevata al 100% solo qualora vengano prestate garanzie integrative.

20 maggio 2019 · Piero Ciottoli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

mutuo

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca