Inps e visite fiscali - Anche senza richiesta datore lavoro?

Domanda di Anonimo
17 gennaio 2018 at 15:37

Sono un dipendente pubblico, lavoro in un noto Ministero e diciamo che ultimamente non sto attraversando un bel periodo, né con i miei colleghi nonché con i superiori.

Ho saputo che da poco sono cambiate le norme per le visite fiscali inps in caso di malattia.

Non che io sia in malafede ma vorrei sapere esattamente quali sono le novità, per non aspettarmi delle brutte sorprese, dato che non tira una bella aria.

Risposta di Giorgio Valli
17 gennaio 2018 at 15:40

Con un recente messaggio informativo, l'INPS ha reso nota la disponibilità della nuova funzionalità online che consente, tramite accesso dal portale dell'Istituto, la consultazione, da parte dei datori di lavoro della Pubblica Amministrazione, degli esiti delle visite mediche fiscali disposte d'ufficio dall'INPS.

Praticamente, non c'è più bisogno della richiesta del datore di lavoro o della pubblica amministrazione di appartenenza: i dipendenti in malattia, e pertanto assenti dal lavoro, potranno subire la visita fiscale anche su iniziativa dell'Inps, deputato alla gestione del nuovo Polo Unico per le visite fiscali.

Più dettagliatamente, nell'ambito delle competenze assegnate all'Inps ai sensi del D. Lgs. n. 75/2017 (Polo unico per le visite fiscali) è previsto che l'Istituto effettui anche d'ufficio, oltre che su richiesta datoriale, i controlli medico legali nei confronti dei lavoratori dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni assoggettate alla citata normativa.

A decorrere dall'entrata in vigore del Polo unico per le visite fiscali, sono state quindi effettuate visite mediche di controllo domiciliare e ambulatoriale su iniziativa dell'Istituto nei casi ritenuti utili per la verifica dello stato di effettiva incapacità temporanea al lavoro.

In relazione a ciò, sono state apportate modifiche agli applicativi in uso per consentire ai datori di lavoro pubblici la visualizzazione, tramite il sito web dell'Inps, delle visite d'ufficio effettuate nei confronti dei propri dipendenti e dei loro esiti.

Il nuovo applicativo consentirà alle Pubbliche Amministrazioni interessate di prendere visione di tutti gli accertamenti eseguiti dall'Inps di propria iniziativa a partire dal 1° settembre 2017, data di entrata in vigore del Polo Unico di cui al D.Lgs. 75/2017.

Il datore di lavoro pubblico, al quale compete l'onere della valutazione circa la giustificabilità dell'assenza del lavoratore, può acquisire, per il tramite del lavoratore, il parere tecnico fornito dagli Uffici medico legali dell'Inps, sulla base della documentazione esaminata.

Il servizio online di consultazione degli esiti delle visite mediche di controllo (VMC) disposte d'ufficio per la Pubblica Amministrazione è rivolto, come sopra specificato, ai datori di lavoro pubblici (o consulenti delegati) appartenenti alle categorie identificate dal D.Lgs. n. 75/2017.

L'accesso è consentito ai soli soggetti in possesso di un PIN rilasciato dall'Istituto o di una Carta Nazionale dei Servizi o di una identità SPID almeno di livello 2 e dotati di specifica abilitazione.


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum

visita fiscale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Orari visite fiscali: cambiano le direttive per i lavoratori dipendenti » Ecco tutte le novità
In materia di visite fiscali, nuove direttive per il 2017: ecco le novità per i lavoratori dipendenti. Per chi non lo sapesse, per visite fiscali si intendono quegli accertamenti sanitari, ovvero visite mediche, che vengono effettuate da parte di medici dell'Inps (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) nei confronti del lavoratore, quando ...
Inps: rientro anticipato a lavoro in caso di malattia? » L'istituto chiarisce
L'Inps (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) chiarisce cosa deve fare il dipendente in caso di rientro sul posto di lavoro, dopo la malattia, per guarigione anticipata. Accade spesso che il dipendente, assente dal lavoro per malattia, qualora guarisca anticipatamente rispetto alla prognosi formulata dal medico curante, voglia far ritorno subito ...
Fallimento del datore di lavoro » Se giudice dispone il pagamento del Tfr ai dipendenti dall'Inps quest'ultimo non può contestarlo
In caso di fallimento del datore di lavoro, qualora il giudice delegato del fallimento abbia disposto il pagamento, ai dipendenti, del Tfr da parte dell'Inps, quest'ultimo non può contestare tale decisione. L'esecutività dello stato passivo che abbia accertato in sede fallimentare l'esistenza e l'ammontare di un credito per TFR in ...
Dipendenti pubblici » Visite mediche di controllo affidate in esclusiva all'INPS - Tempi duri per i malati immaginari e i furbetti dell'assenza per malattia
All'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale è stata attribuita (a partire dal primo settembre 2017) la competenza esclusiva ad effettuare visite mediche di controllo (VMC) sia su richiesta delle Pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d'ufficio. Sono interessate tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e ...
Lavoro e periodo di comporto » Nel calcolo vanno inclusi anche i giorni festivi
Lavoro e licenziamento: Il periodo di comporto include i giorni festivi. Nel calcolo del periodo di comporto vanno considerati anche i giorni festivi, se in quelli antecedenti o successivi il lavoratore è rimasto in malattia, in quanto si presume che la situazione clinica sia rimasta inalterata. Questo, in sintesi, l'orientamento ...

Spunti di discussione dal forum

Datore di lavoro non versa contributi INPS – Come posso recuperare i contributi e quali sono i tempi di prescrizione?
Dal 2009 al 2012 ho lavorato presso uno studio legale in qualità di consulente amministrativo: ho terminato la mia esperienza a dicembre 2012 poiché ho trovato un'altra occupazione. Per puro caso, qualche giorno fa, mi sono collegato al sito INPS e ho effettuato un estratto conto. Ho notato che c'era…
Vorrei sapere come fare per dimostrare che un debitore è realmente nullatenente
il mio compagno ha diversi debiti di tasse non pagate riguardo ad una ditta individuale che ha chiuso nel 2012, lui è realmente nullatenente, non ha casa (la casa dove ha la residenza è la mia e la proprietaria è mia mamma), non ha auto, non ha conto in banca…
Pensione di invalidità revocata dall’INPS, cosa fare?
Racconto brevemente la mia folle storia sperando in un vostro parere/aiuto: - sono invalido civile 100% dal 2000 - nel 2006 compio 65 anni e la pensione diventa assegno sociale sostitutivo; - nel 2008 ho avuto redditi superiori a quanto consentito; - nel 2009 l'INPS blocca il pagamento inviandomi una…
Ingiunzione di pagamento Invitalia
Mi è arrivata un'ingiunzione di pagamento da Invitalia da pagare entro 30 giorni un importo di 24 mila euro altrimenti passeranno alla riscossione coattiva. Ora mi chiedo, non avendo un lavoro, né un bene possono farmi qualcosa? Inoltre verranno ugualmente a casa? Vivo con i miei e non vorrei fargli…
Ho perso il lavoro e non potrò più pagare il mio debito
Ho contratto, per acquisto mobili a mia figlia, un finanziamento con durata 10 anni, dal 2009 al 2019. Purtroppo, fino ad oggi ho potuto assolvere ai miei obblighi, ma il futuro si prospetta nerissimo, in quando avendo perso il lavoro (non per colpa mia), credo di non poter assolvere ai…

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti