Inps e visite fiscali – Anche senza richiesta datore lavoro?

Argomenti correlati:

Sono un dipendente pubblico, lavoro in un noto Ministero e diciamo che ultimamente non sto attraversando un bel periodo, né con i miei colleghi nonché con i superiori.

Ho saputo che da poco sono cambiate le norme per le visite fiscali inps in caso di malattia.

Non che io sia in malafede ma vorrei sapere esattamente quali sono le novità, per non aspettarmi delle brutte sorprese, dato che non tira una bella aria.

Con un recente messaggio informativo, l’INPS ha reso nota la disponibilità della nuova funzionalità online che consente, tramite accesso dal portale dell’Istituto, la consultazione, da parte dei datori di lavoro della Pubblica Amministrazione, degli esiti delle visite mediche fiscali disposte d’ufficio dall’INPS.

Praticamente, non c’è più bisogno della richiesta del datore di lavoro o della pubblica amministrazione di appartenenza: i dipendenti in malattia, e pertanto assenti dal lavoro, potranno subire la visita fiscale anche su iniziativa dell’Inps, deputato alla gestione del nuovo Polo Unico per le visite fiscali.

Più dettagliatamente, nell’ambito delle competenze assegnate all’Inps ai sensi del D. Lgs. n. 75/2017 (Polo unico per le visite fiscali) è previsto che l’Istituto effettui anche d’ufficio, oltre che su richiesta datoriale, i controlli medico legali nei confronti dei lavoratori dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni assoggettate alla citata normativa.

A decorrere dall’entrata in vigore del Polo unico per le visite fiscali, sono state quindi effettuate visite mediche di controllo domiciliare e ambulatoriale su iniziativa dell’Istituto nei casi ritenuti utili per la verifica dello stato di effettiva incapacità temporanea al lavoro.

In relazione a ciò, sono state apportate modifiche agli applicativi in uso per consentire ai datori di lavoro pubblici la visualizzazione, tramite il sito web dell’Inps, delle visite d’ufficio effettuate nei confronti dei propri dipendenti e dei loro esiti.

Il nuovo applicativo consentirà alle Pubbliche Amministrazioni interessate di prendere visione di tutti gli accertamenti eseguiti dall’Inps di propria iniziativa a partire dal 1° settembre 2017, data di entrata in vigore del Polo Unico di cui al D.Lgs. 75/2017.

Il datore di lavoro pubblico, al quale compete l’onere della valutazione circa la giustificabilità dell’assenza del lavoratore, può acquisire, per il tramite del lavoratore, il parere tecnico fornito dagli Uffici medico legali dell’Inps, sulla base della documentazione esaminata.

Il servizio online di consultazione degli esiti delle visite mediche di controllo (VMC) disposte d’ufficio per la Pubblica Amministrazione è rivolto, come sopra specificato, ai datori di lavoro pubblici (o consulenti delegati) appartenenti alle categorie identificate dal D.Lgs. n. 75/2017.

L’accesso è consentito ai soli soggetti in possesso di un PIN rilasciato dall’Istituto o di una Carta Nazionale dei Servizi o di una identità SPID almeno di livello 2 e dotati di specifica abilitazione.

17 Gennaio 2018 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Datore di lavoro non versa contributi INPS - Come posso recuperare i contributi e quali sono i tempi di prescrizione?
Dal 2009 al 2012 ho lavorato presso uno studio legale in qualità di consulente amministrativo: ho terminato la mia esperienza a dicembre 2012 poiché ho trovato un'altra occupazione. Per puro caso, qualche giorno fa, mi sono collegato al sito INPS e ho effettuato un estratto conto. Ho notato che c'era qualcosa di strano e approfondendo la questione, ho scoperto che il mio ex datore di lavoro non ha versato esattamente tutti i contributi effettivi richiesti. Vorrei sapere, come devo fare per recuperare i contributi INPS e se nel frattempo è intervenuta già la prescrizione. Sono ancora in tempo? ...

Orari visite fiscali: cambiano le direttive per i lavoratori dipendenti » Ecco tutte le novità
In materia di visite fiscali, nuove direttive per il 2017: ecco le novità per i lavoratori dipendenti. Per chi non lo sapesse, per visite fiscali si intendono quegli accertamenti sanitari, ovvero visite mediche, che vengono effettuate da parte di medici dell'Inps (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) nei confronti del lavoratore, quando è assente per malattia. Il medico può essere mandato direttamente dall'Inps, a campione, per i lavoratori privati, oppure a spese del datore di lavoro, o, ancora, dall'amministrazione presso cui lavora il dipendente pubblico. Ma che ora devono essere effettuate la visite fiscali? Il medico fiscale può passare già dal primo ...

Pagamento da parte del nuovo datore di lavoro di cessione del quinto sottoscritta durante l'impiego presso un precedente datore di lavoro
Vorrei sapere se il datore di lavoro è tenuto a pagare un debito derivante dalla richiesta di una società di recupero crediti che opera per conto di una assicurazione garante di cessione del quinto, a suo parere estinta anticipatamente con Tfr e per il quale residuo io non sono a conoscenza; e inoltre il datore di lavoro deve avvertire il dipendente che sta effettuando tale pagamento? ...

Dove mi trovo?