Defunto con situazione patrimoniale incerta – Gli eredi devono scegliere la rinuncia semplice all’eredità o la rinuncia con beneficio di inventario?


Volevo chiedervi se in presenza del timore di una situazione patrimoniale incerta (per non dire negativa) da parte del defunto, convenga come eredi accettare con beneficio di inventario o rinunciare del tutto? Mi è stato riferito che la rinuncia non convenga mai, anche quando si è quasi certi che i debiti del defunto superino i crediti, perchè non si può mai sapere e potrebbe spuntare fuori qualche sorpresa in termini di “attivo”. Col beneficio d’inv. , invece, da quel che ho capito “male che vada” gli eredi non intascano nulla.

Se la situazione è incerta, vale a dire se ci sono partite attive nell’eredità e c’è la possibilità che qualche creditore del defunto non si faccia avanti per rivendicare i propri crediti (lasciandoli cadere in prescrizione) allora è meglio propendere per l’accettazione con beneficio di inventario, con la consapevolezza, tuttavia, che ciò comporta oneri, anche rilevanti, per le parcelle a fronte delle necessarie prestazioni notarili finalizzate alla gestione inventariale.

Se, invece, l’eredità non comprende attività, ma solo passività, allora all’erede conviene semplicemente rinunciare all’eredità.

23 Marzo 2022 · Michelozzo Marra



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Defunto con situazione patrimoniale incerta – Gli eredi devono scegliere la rinuncia semplice all’eredità o la rinuncia con beneficio di inventario?