Decreto ingiuntivo ricevuto in ritardo per cambio domicilio

Ho già chiesto gentilmente un parere su un decreto ingiuntivo per debito contratto dal mio ex e poi cambializzato con firma mia come coobbligata. Il decreto io l’ho firmato il giorno 11/12/17 ma, per ben due volte è stato portato al mio vecchio domicilio dall’ufficiale giudiziario: ottobre la prima e novembre la seconda volta. Come mai da subito non mi è arrivato all’attuale indirizzo? Io mi vedo costretta ora ad accelerare i tempi poiché é poco il tempo rimasto. Ho sentito un legale che mi ha proposto un pagamento della metà del debito ovvero il 50%, ma è un debito di 11 anni e domani andrò a prendere visione della documentazione prodotta nel decreto. Per quanto riguarda le cambiali che sono prodotte nel decreto possibile in quanto ora divorziata devo accollarmi il debito? Scusate le troppe domande ma il legale a cui mi sono rivolta non è stato esaustivo.

Le notifiche effettuate al vecchio indirizzo di residenza sono valide se effettuate entro il trentesimo giorno successivo a quello dell’avvenuta variazione. Se il destinatario non è reperibile, l’ufficiale giudiziario consegna l’atto all’ufficio comunale preposto (albo pretorio) ed invia una raccomandata informativa al destinatario. L’atto non ritirato si presume correttamente notificato dopo 10 giorni di giacenza. Dalla data di ritiro del decreto ingiuntivo o dalla data di compiuta giacenza decorrono i termini (40 giorni) per presentare opposizione.

Lei è debitrice in quanto ha sottoscritto il prestito come coobbligata, indipendentemente dalla relazione di coniugio, attualmente sciolta, che la legava all’altro debitore.

Evidentemente il creditore non ha inteso spendere altri quattrini per protestare le cambiali da lei non onorate: altrimenti non avrebbe avuto bisogno di procedere con ricordo per decreto ingiuntivo.

3 Gennaio 2018 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Come comportarsi dopo aver ricevuto il decreto ingiuntivo
Ho ricevuto il decreto ingiuntivo per mancato pagamento di rate fitto appartamento che però io ho ritenuto ingiusto e comunicato già al proprietario. Non ho possibilità di farmi difendere da un legale. Cosa posso fare? In seguito al decreto ingiuntivo? Ritengo ingiusta la pretesa del proprietario. ...

Mi hanno notificato un decreto ingiuntivo ma non ho i soldi per pagare - e adesso?
Dopo la notifica del decreto ingiuntivo lei ha 40 giorni di tempo per scegliere se pagare o contestare il credito mediante una opposizione al decreto ingiuntivo, avviando così una causa ordinaria. Trascorsi i 40 giorni, il creditore, con il decreto ingiuntivo non opposto potrà chiedere all'ufficiale giudiziario il precetto e procedere con il pignoramento. I tempi per il pignoramento variano: il creditore deve prima individuare cosa pignorare e se c'è speranza di recuperare qualcosa. Ad esempio il creditore dovrebbe conoscere presso quale banca lei ha un conto corrente per pignorare il conto, oppure chi è il suo datore di lavoro ...

La notifica di un decreto ingiuntivo va effettuata al domicilio o alla residenza dell'ingiunto?
A dicembre 2016 ho lasciato una casa che avevo preso in affitto chiudendo le utenze, tutte utenze non residenziali, poichè non ho mai preso residenza in quella casa. Fine 2017 mi contatta una società di recupero crediti dicendo che c'era una bolletta non pagata, chiedendomi il mio indirizzo per spedire la bolletta, informazione che mi sono rifiutato di fornire riattaccando. Dopo aver provato insistentemente a chiamarmi da numeri che avevo bloccato, giorni fa mi chiamano da cellulare dicendo che dovevo pagare entro quel giorno, di dargli la mia mail che mi avrebbero mandato tutto, che altrimenti mi avrebbero mandato un ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decreto ingiuntivo ricevuto in ritardo per cambio domicilio