Conseguenze di una rinuncia alla successione

Argomenti correlati:

Purtroppo mia nonna è venuta a mancare un mese fa ed ora dobbiamo districarci con la sua successione. Mia nonna aveva due figlie, una delle due è appunto mia madre.

Mia madre vuole rinunciare alla sua parte di eredità. Dunque la parte a cui mia madre rinuncerebbe, andrebbe a me ed ai miei fratelli, oppure a nostra zia? È possibile redigere un atto notarile nel quale mia madre dichiara di rinunciare alla sua parte in favore di sua sorella?
Grazie per la consulenza ed i consigli

Secondo quanto dispone l’articolo 468 del codice civile, la rappresentazione ha luogo, nella linea retta a favore dei discendenti dei figli del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto il cui ascendente non possa o non voglia accettare l’eredità.

Insomma, se un soggetto rinuncia, dell’eredità beneficeranno i suoi figli per rappresentazione. La dichiarazione di rinuncia all’eredità deve essere presentata presso la cancelleria dell tribunale del luogo in cui si è aperta la successione (ultimo domicilio del defunto) o da un notaio su tutto il territorio dello Stato.

22 Novembre 2019 · Giorgio Martini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Rinuncia all'eredità: ma se domani decido di fare un figlio la patata bollente passa a lui?
Mio padre è deceduto nel 2010: era sposato con mia madre, che è ancora viva, in comunione dei beni. Mio padre aveva un terreno su cui fece costruire una casa e a causa di problemi di salute sopraggiunti, non fece sanare l abuso edilizio. Da maggio 2010 ancora non è stata fatta la successione. Siamo 4 fratelli che vorremmo rinunciare all'eredità, mia madre invece vuole accettarla. L avvocato ha detto che anche se presenti abusi edilizi si può procedere con la successione perché nostra madre ha deciso di accettare anche la nostra quota. Quello che non ho ben capito è ...

Nulla la rinuncia all'eredità effettuata prima dell'apertura della successione - Il momento in cui avviene la morte del de cuius è quello che consente di individuare i soggetti chiamati a succedere
Nel 2009, dopo sposata, risiedevo nella residenza di mio marito, uno di 3 appartamenti di una palazzina trifamiliare, che i genitori di lui avevano costruito ed assegnato in maniera verbale a lui e ai suoi 2 fratelli. La madre, intestataria della palazzina, decede nel 2012, ma la successione non viene ancora aperta. Poi mio marito si ammala e nel 2015 decede anche lui. Io sono rimasta ad abitare in quella casa, ma nel 2018 a detta di uno dei miei cognati, ho scoperto che: la successione di mia suocera si è aperta nel 2017; che nel 2014 mio marito, sapendo ...

Successione ereditaria e quota disponibile alla madre vedova con 5 figli
Spiego brevemente il mio caso: mio padre (ora morto da 10 anni) era titolare di debiti con Equitalia: dopo attenta valutazione ho deciso di fare rinuncia per cui ora trascorsi 10 anni dalla morte di mio padre, eredi effettivi risultano mia madre per una quota maggiore e i miei 4 fratelli. Volevo sapere se nonostante la rinuncia all'asse ereditario di mio padre, rientro nell'asse ereditario della quota che ora spetta a mia madre. Mia madre potrebbe fare una donazione spontanea di una parte della sua quota? ...

Dove mi trovo?