Bonus sociale bollette – Quali sono i requisiti Isee per accedervi e come usufruirne

A causa di problemi con il lavoro non riesco a pagare le bollette in tranquillità: ho saputo che c’è stato un allargamento della platea per fruire del bonus sociale e vorrei sapere quali sono i requisiti per accedervi.

Avete informazioni in merito?

Tra le agevolazioni previste dal decreto Rilancio per l’emergenza coronavirus ci sono anche gli sconti sulle bollette della luce per le piccole e medie imprese e gli esercizi commerciali come ristoranti, bar, artigiani, laboratori e professionisti: lo sconto vale per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020 e sarà applicato automaticamente, quindi chi ne ha il diritto lo ritroverà direttamente in bolletta.

A parte quest’ultima misura introdotta dal governo per le piccole attività commerciali e produttive colpite in questi mesi dall’emergenza coronavirus, da diversi anni è possibile accedere al cosiddetto bonus sociale per ottenere una riduzione sulle tariffe delle bollette di luce, gas e acqua.

Il bonus in questione dura dodici mesi e ogni anno va rinnovato, per verificare la sussistenza dei requisiti patrimoniali.

L’importo del bonus viene direttamente scontato un po’ alla volta su ogni singola bolletta durante l’anno. L’Arera, a causa del perdurare dell’emergenza coronavirus, ha deciso di “allungare” la validità dei bonus sociali. Ma ecco tutti i dettagli.

Nello specifico, si tratta di uno sconto sulla bolletta, introdotto dal governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico, per assicurare un risparmio sulla spesa per la luce, il gas e l’acqua alle famiglie con un reddito basso.

L’agevolazione sul bonus elettricità è prevista anche per chi ha familiari con problemi fisici che li costringono ad utilizzare delle apparecchiature elettromedicali e, quindi, a consumare di più. Ci sono requisiti di reddito necessari per poter accedere allo sconto.

Il bonus sociale per le bollette è previsto per situazioni di disagio economico – per famiglie con reddito Isee non superiore a 8.265 euro o per famiglie numerose con almeno quattro figli a carico con Isee non superiore a 20mila euro – e per gravi condizioni di salute (disagio fisico dovuto a casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica indispensabili per il mantenimento in vita).

I titolari di reddito/pensione di cittadinanza possono avere il bonus luce e gas anche con soglia Isee superiore a 8.265 euro. Per il bonus acqua, invece, è necessario un Isee inferiore.

Come ottenerlo?

La domanda per ricevere il bonus sociale sulle bollette di luce, gas e acqua deve essere presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (Caf, Comunità montane) utilizzando i moduli dedicati.

Il bonus sociale sulle bollette ha una durata di dodici mesi e ogni anno va rinnovato, per verificare la sussistenza dei requisiti patrimoniali. Passati i dodici mesi, dunque, occorre presentare una richiesta di rinnovo: in prossimità della scadenza, il sistema invia un’apposita comunicazione per ricordare la data utile per il rinnovo a tutti i clienti che ricevono il bonus.

Quando la domanda è stata presentata, si può controllare la propria pratica online, chiamando il numero verde 800.166.654 dello sportello per il consumatore di Energia e ambiente oppure rivolgendosi all’ente al quale è stata presentata la richiesta.

16 Giugno 2020 · Gennaro Andele



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti