Bonus decoder DVTB-2 – Perchè solo 30 euro?

Mi sono recato da Mediaworld per acquistare un decoder tv al prezzo di 50 euro per l’avvento del nuovo digitale terrestre: dopo aver compilato i moduli, però, con mia sorpresa mi è stata chiesta di pagare la differenza di 20 euro poiché, a dire dell’impiegata, il bonus è sceso da 50 a 30 euro.

E’ vero o si tratta di una truffa?

Dal 23 agosto 2021 l’importo per ottenere l’incentivo all’acquisto di un decoder per il DVBT-2 è sceso da 50 a 30 euro, a causa dell’insufficienza di fondi stanziati: la decisione di far scendere l’importo è stata presa direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, che ritiene sufficienti 30 euro per soddisfare l’acquisto di un nuovo ricevitore.

La decurtazione dell’importo è stata resa ufficiale con la pubblicazione del Decreto del MISE del 7 agosto 2021 che, nelle premesse, non lascia spazio a interpretazioni: ritenuto, in ragione dell’estensione della platea dei beneficiari e della tendenziale diminuzione dei prezzi, di dover rimodulare l’ammontare dei contributi di cui al decreto ministeriale del 18 ottobre 2019, riducendolo a 30,00 euro o al minor valore pari al prezzo di vendita se inferiore.

Per ottenere il bonus decoder bisognerà aver presentato la dichiarazione sostitutiva unica e quindi avere un ISEE di non oltre 20.000 euro.

L’utilizzo è singolo, si riferisce al nucleo familiare e permette l’acquisto di un solo apparecchio.

Si possono comprare decoder di nuova generazione con ricevitori dvb-t2 con codifica hevc main 10.

Se le specifiche sono compatibili con questi standard è possibile acquistare anche televisioni.

La richiesta va consegnata al negozio, che provvederà a comunicarla al MISE.

2 Settembre 2021 · Gennaro Andele



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti