Agisco correttamente?

Ho un debito molto alto con equitalia, sono proprietario di una casa dove sto pagando un mutuo che finirà nel dicembre 2013, da circa un anno su consiglio dell'avvocato ho spostato la mia residenza e affittato la mia casa tramite atto notarile per 20 anni alla mia compagna con cui ho un figlio di 4 anni.

Attualmente Equitalia non ha ipotecato la casa.

La mia idea sarebbe di vendere la casa a mia madre che ha il denaro per poterla acqusitare e quindi farlo transitare sul mio conto corrente, lasciare l'affitto ventennale verso la mia compagna e dopo qualche hanno mia madre donerebbe la casa a mio figlio, a parere vostro è una buona soluzione o facilmente revocabile?

Senza dubbio chi la segue conosce la professione ed avrà esperienza da vendere.

Noi, più banalmente, ci limitiamo a suggerire ai debitori, in situazioni di incombente pignoramento sui beni immobili di proprietà, di vendere a terzi a prezzo di mercato.

11 giugno 2012 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Debiti e responsabilità patrimoniale dei soci sas
In una Sas i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), i soci accomandatari, invece, rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società. Da quello che riferisce Lei sarebbe una socia accomandante, pertanto, in assenza di eventuali ed ulteriori vincoli o garanzie prestate, al momento ...
Pignoramento esattoriale da parte dell'ufficiale giudiziario
Vorrei sapere se è vero quanto ho sentito in base al dpr 73/602, e cioè che il pignoramento esattoriale presso la residenza del debitore può essere opposto in base all'oposizione scritta nell'art 58 terzo comma del citato dpr. Allego parte del articolo 58 che interessa: Il coniuge, i parenti e ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Famiglia di fatto » Il proprietario dell'immobile non può cambiare la serratura per mandare via la compagna del comodatario
Novità sul riconoscimento della famiglia di fatto: il proprietario dell'immobile non può cambiare la serratura per mandare via la compagna del comodatario. Infatti, il proprietario della casa data in comodato a un parente non può cambiare la serratura mentre questo è in ospedale privando la sua compagna del possesso dell'immobile ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca