Agevolazioni fiscali acquisto condizionatori per affrontare i mesi di calura estiva

Con l’arrivo dei mesi estivi, vorrei sostituire due condizionatori che ho in casa, ma non ho intenzione di fare lavori di ristrutturazione o di riqualificazione energetica. E’ possibile ottenere delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di due nuovi apparati di climatizzazione senza troppe complicazioni?

Per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti ad alta efficienza dotati di pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, è prevista una detrazione del 65% (ripartita in dieci annualità) sulla spesa sostenuta.

E’ chiaro che il vecchio impianto da sostituire deve essere, come il nuovo, almeno a pompa di calore (cioè deve poter funzionare anche da riscaldamento invernale).

Inoltre, per fruire della detrazione, occorre che i due nuovi dispositivi di condizionamento del clima domestico siano ibridi, cioè sempre a pompa di calore, ma quest’ultima deve risultare integrata con caldaia a condensazione (il calore, in pratica, deve essere poter fornito sia da energia elettrica, attraverso la pompa di calore sia da metano o da altre fonti rinnovabili), e siano classificati ad alta efficienza energetica (almeno in classe A).

Ma, purtroppo, non basta: bisogna pagare l’impianto con bonifico parlante (in pratica, ci deve essere il codice fiscale dell’acquirente, la partita Iva del venditore e il riferimento esplicito all’agevolazione: decreto legge 63/2013 articolo 14).

L’attestato di prestazione energetica (APE) non è richiesto per l’intervento di sostituzione, ma entro 90 giorni dall’intervento di efficientamento energetico bisogna comunque inviare all’Enea la scheda informativa relativa agli interventi realizzati (basta indicare marca e modello dei vecchi e nuovi apparati) che dimostri che si tratta di una sostituzione e che rispetto al vecchio impianto c’è stato un aumento di efficienza energetica dell’impianto.

Come si può arguire la strada della detrazione fiscale è lunga e tortuosa, disseminata di opacità e cavilli che costringono quasi sempre il contribuente in buona fede ad abbandonarla.

7 Aprile 2019 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia e il risparmio energetico - La cessione diretta del credito d'imposta (la detrazione) all'impresa che effettua i lavori in cambio di uno sconto equivalente
Ho sentito parlare della possibilità di fruire delle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione e per la riqualificazione energetica delle unità abitative, fruendo del credito di imposta, sotto forma di sconto sui lavori, direttamente dall'impresa che esegue l'intervento, senza dover attenderne il rimborso in dieci annualità. Come funziona? ...

Disabilità e agevolazioni fiscali » E' possibile l'acquisto di beni di facile consumo con l'IVA ridotta?
In merito alla legge 104/1992, che tutela i disabili con agevolazioni fiscali, è possibile anche l'acquisto di beni di facile consumo con IVA ridotta? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. Le persone con handicap titolari della Legge 104/1992, possono comprare beni di facile consumo (ad. es. lavatrice, frigorifero, divano) con le agevolazioni fiscali previste per i disabili, pagando l'IVA ridotta? A queste ed altre domande risponderemo nel paragrafo successivo. ...

Agevolazioni fiscali prima casa - Il trasferimento della residenza deve avvenire entro diciotto mesi dall'acquisto
In tema di imposta di registro, la normativa vigente richiede, per la fruizione dei benefici prima casa in caso di acquisto di immobile in altro Comune, che il compratore vi trasferisca la residenza, rilevante ai fini del godimento dell'agevolazione, entro il termine di diciotto mesi dall'acquisto. Il trasferimento della residenza, elemento costitutivo del beneficio richiesto e provvisoriamente accordato, rappresenta un obbligo del contribuente verso il fisco, dovendosi però tenere conto di eventuali ostacoli nell'adempimento di tale obbligazione, caratterizzati dalla non imputabilità alla parte obbligata e dall'inevitabilità ed imprevedibilità dell'evento. Ne consegue che il mancato stabilimento nei termini di legge della ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Agevolazioni fiscali acquisto condizionatori per affrontare i mesi di calura estiva