Come comunicare all’Agenzia delle Entrate la rinegoziazione (in riduzione o in aumento) del canone di locazione


Sto dando in affitto un immobile: l’affittuario ha ora problemi economici e vorrebbe abbassare il canone per un periodo. e a me va bene. Ma bisogna fare un nuovo contratto? Anche per non pagare le tasse sull’importo maggiore del contratto iniziale.

Conviene senz’altro modificare il contratto e registrarlo, dal momento che l’imponibile è dato dall’importo del canone riportato sul contratto di locazione registrato all’Agenzia delle Entrate.

Questo se il contratto non è stato ancora registrato: altrimenti è possibile, comunque, comunicare la variazione di un contratto di locazione o di affitto già registrato. Infatti, la rinegoziazione del contratto, sia in caso di diminuzione che di aumento del canone, può essere comunicata all’Agenzia delle entrate direttamente via web con il Modello RLI senza bisogno di recarsi allo sportello.

La registrazione dell’atto con il quale le parti dispongono esclusivamente la riduzione del canone di un contratto di locazione è esente dall’imposta di registro e di bollo;

23 Settembre 2020 · Piero Ciottoli



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Come comunicare all’Agenzia delle Entrate la rinegoziazione (in riduzione o in aumento) del canone di locazione