Difetto di conformità » Quando un bene acquistato presenta un difetto di conformità

Indice dei contenuti dell'articolo


I beni che presentano un difetto di conformità sono:

  • non idonei all’uso normale o all’uso cui servono abitualmente beni dello stesso tipo;
  • non idonei all’uso particolare voluto dal consumatore, se lo ha portato a conoscenza del venditore;
  • non conformi alla descrizione fatta dal venditore;
  • sono privi delle qualità abituali di un bene dello stesso tipo che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene, delle eventuali dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche del prodotto fatte dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante.

La garanzia di conformità dura due anni dal momento dell’acquisto o della consegna se non coincidenti.

La denuncia di non conformità da parte del consumatore deve essere fatta entro due mesi dalla scoperta del vizio al venditore.

E’ molto importante perchè se il consumatore denuncia il difetto dopo due mese dalla scoperta del vizio, decade dai diritti previsti dall’articolo 130 del codice del consumatore sulla garanzia di conformità.

La denuncia invece non è necessaria se il venditore ha riconosciuto il vizio o peggio l’ha occultato.

Secondo quanto previsto dall’articolo 129 del codice del consumo, la garanzia legale copre anche il difetto di conformità derivante dall’imperfetta installazione del bene quando l’installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità o quando il prodotto, concepito per essere installato dal consumatore, è stato installato in modo non corretto a causa di una carenza delle istruzioni di installazione.

Il consumatore può domandare, alternativamente, la riparazione o la sostituzione del bene, senza spese, purchè il rimedio prescelto sia oggettivamente possibile e non eccessivamente oneroso in rapporto all’altro.

Si ritiene eccessivamente oneroso il rimedio che impone al venditore spese irragionevoli rispetto all’altro.

Il consumatore ha il diritto di chiedere la riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto quando:

  • il venditore non ha provveduto alla riparazione o alla sostituzione del bene entro un congruo termine;
  • la riparazione o la sostituzione precedentemente effettuata ha arrecato notevoli inconvenienti al consumatore
  • la sostituzione o la riparazione risultino impossibili o eccessivamente onerose per il venditore.
  • La garanzia è esclusa se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto o non poteva ignorarlo utilizzando l’ordinaria diligenza.

    31 Ottobre 2013 · Andrea Ricciardi

    Indice dei contenuti dell'articolo




    Condividi il post e dona


    condividi su FB     condividi su Twitter    

    Seguici su Facebook

    Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


    Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

    Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su difetto di conformità » quando un bene acquistato presenta un difetto di conformità. Clicca qui.

    Stai leggendo Difetto di conformità » Quando un bene acquistato presenta un difetto di conformità Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 31 Ottobre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatore - domande e risposte

    Commenti e domande

    Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

    » accesso rapido anonimo (test antispam)

    • Anonimo 25 Maggio 2019 at 20:23

      Salve.
      Ho acquistato online uno smart phone con carta di credito. Sul sito è indicato che la spedizione avviene entro 48h con GLS. Dopo circa una settimana nessuna notizia, Nessuna email di risposta e al tel. sempre la segreteria telefonica. Via Email, ho chiesto il rimborso più volte, ho anche comunicato all’istituito della mia carta di credito il problema, inviando la domanda di rimborso. A distanza di 26 giorni arriva l’oggetto ma con un’altro corriere. Posso chiedere un rimborso o parte di esso per il ritardo?
      Grazie

      • Simone di Saintjust 25 Maggio 2019 at 21:21

        Ha diritto senz’altro ad un rimborso per il ritardo occorso rispetto alla scadenza di consegna promessa: consegni la documentazione (avviso della promozione, ricevuta di consegna e quant’altro) ad un avvocato.