Strada pericolosa? » Se l'automobilista è imprudente non ha diritto al risarcimento danni

L'automobilista imprudente non ha il diritto al risarcimento danni.

Il proprietario di una strada non è responsabile, ai sensi dell'articolo 2051 del codice civile, degli infortuni occorsi ai fruitori di quest’ultima.

Ciò, quando sia provata l'elisione del nesso causale tra la cosa e l'evento, quale può aversi, in un contesto di rigoroso rispetto di eventuali normative esistenti o comunque di una concreta configurazione della cosa in condizioni tali da non essere in grado di nuocere normalmente ai suoi fruitori avveduti e prudenti, nell'eventualità di accadimenti imprevedibili ed ascrivibili al fatto del danneggiato stesso, tra i quali una sua imperizia o imprudenza, o di terzi.

E' quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza numero 2692/2014.

Se l'automobilista è imprudente non ha diritto al risarcimento danni

Il proprietario di una strada pericolosa non è responsabile degli infortuni avvenuti ai danni degli automobilisti, se il comportamento diligente e prudente di questi ultimi poteva impedire il danno.

L'ente o il Comune proprietario di una strada, anche se pericolosa e dissestata, non sono responsabili per l'eventuale sinistro stradale capitato ad un'automobile, se il conducente di quest’ultima non si è comportato in modo prudente.

Si potrebbe, eventualmente, escludere anche la possibilità di un concorso di colpa tra l'amministrazione e l'autista della vettura quando la condotta di quest’ultimo sia stata particolarmente grave e sconsiderata.

Tutte le volte, infatti, in cui l'automobilista può impedire l'incidente con una guida responsabile e rispettosa del codice, allora il custode della strada non è tenuto al risarcimento danni.

11 febbraio 2014 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa già pagata? » Niente risarcimento danni dall'assicurazione
In tema di sinistri stradali, il pagamento della multa per violazione del codice della strada, anche se quest’ultima è considerata (o si scopre essere successivamente) illegittima, impedisce la possibilità di ottenere il risarcimento danni dalla propria assicurazione. Se siete incappati in un incidente stradale e pensate di stare nella ragione, ...
Risarcimento dopo sinistro » Non è cumulabile l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa privata con la liquidazione dei danni ottenuta con la tutela rc auto
Nell'ambito di un sinistro stradale, per quanto riguarda la liquidazione per lesioni, in caso si fosse stipulata un'assicurazione contro gli infortuni, non è possibile cumulare l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa con il risarcimento danni nell'ambito della copertura rc auto. In caso di incidente, il danneggiato non può chiedere i danni ...
Albero posto su terreno privato cade sulla strada pubblica danneggiando un'autovettura » Chi è obbligato al risarcimento danni?
Un grosso albero, posto in un terreno privato, cade sulla strada, provocando lesioni al conducente e danni ad un'autovettura: la responsabilità, per un eventuale risarcimento danni, è della società che gestisce la strada o del cittadino proprietario del terreno su cui era posto l'albero? L'ente proprietario di una strada aperta ...
Risarcimento danni veicolo dopo sinistro » Non può essere superiore al valore ante-incidente
Dopo un sinistro stradale, il risarcimento danni richiesto dal danneggiato non può essere superiore al valore che aveva il veicolo prima dell'incidente. La domanda di risarcimento danni subito da un veicolo a seguito di incidente stradale, quando abbia ad oggetto la somma necessaria per effettuare la riparazione dei danni, deve ...
Sinistro stradale » E' cedibile il credito da risarcimento del danno non patrimoniale
Vediamo cosa ne pensano i giudici di legittimità sulla possibilità di cedere il credito da risarcimento del danno non patrimoniale originato da sinistro stradale C'è la possibilità, per l'assicurato, di cedere anche il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale, biologico e morale causato da un sinistro stradale. Questo importante ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su strada pericolosa? » se l'automobilista è imprudente non ha diritto al risarcimento danni. Clicca qui.

Stai leggendo Strada pericolosa? » Se l'automobilista è imprudente non ha diritto al risarcimento danni Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 11 febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca