Indice del post fallimento personale - addio ai debiti con la legge sul sovraindebitamento

Come premessa, va detto che un imprenditore, per poter essere considerato "non fallibile", deve possedere i seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila; aver realizzato, nei tre esercizi precedenti, ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo non superiore ad euro duecentomila avere un ammontare di debiti anche non scaduti non superiore ad euro cinquecentomila. La legge numero 3 del 27 gennaio 2012, in vigore dal 29 Febbraio 2012, introduce nel nostro [ ... leggi tutto » ]

La proposta di accordo deve prevedere: il pagamento integrale dei creditori privilegiati; il regolare pagamento degli eventuali creditori estranei al concordato; l'indicazione di termini e modalità di pagamento, garanzie prestate e previsione dei modi di liquidazione dei beni indicati nella proposta. La proposta deve mirare alla ristrutturazione dei debiti e alla soddisfazione dei creditori, anche mediante cessione di crediti futuri. In caso di beni insufficienti, la proposta può essere integrata da beni o crediti apportati da terzi che, a tal fine, sottoscrivono l’istanza. Nei casi in cui i beni o i redditi del debitore non siano sufficienti a garantire [ ... leggi tutto » ]

Se la proposta soddisfa i requisiti richiesti, il giudice, con decreto, fissa immediatamente l'udienza nel corso della quale, una volta accertata l’assenza di atti in frode o in danno dei creditori, dispone che ... per non oltre centoventi giorni, non possono, sotto pena di nullità, essere iniziate o proseguite azioni esecutive individuali né disposti sequestri conservativi, né acquistati diritti di prelazione sul patrimonio del debitore che ha presentato la proposta di concordato con i creditori, da parte dei creditori aventi titolo o causa anteriore. Tale sospensione non opera nei confronti dei creditori titolari di crediti impignorabili. Durante tale periodo, [ ... leggi tutto » ]

8 maggio 2013 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il piano di ristrutturazione che il debitore può presentare al giudice per pagare il possibile ed ottenere l'esdebitazione del residuo
Molti debitori, pur avendo la volontà di mettere disposizione dei creditori l'intero patrimonio e le risorse reddituali non strettamente connesse alla sopravvivenza del proprio nucleo familiare, non possono liberarsi dei debiti accumulati nel tempo. Peraltro, le azioni esecutive avviate nei confronti del debitore sovraindebitato risultano, quasi sempre, inefficienti in termini ...
Esdebitazione e fallimento del debitore consumatore - pillole del decreto legge sulla liberazione dai debiti
Il debitore consumatore (non professionista) in stato di sovraindebitamento può proporre ai creditori un accordo di ristrutturazione dei debiti e di rimborso dei crediti sulla base di un piano che preveda scadenze e modalità di pagamento ed indichi le modalità per la liquidazione dei beni ancora eventualmente posseduti. E' addirittura ...
Concordato con i creditori - la legge sul sovraindebitamento in aiuto dei debitori
La prima parte del decreto legge - Capo I, articoli da 1 ad 11 - si occupa delle disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento, ed è dedicata alle definizioni generali ed, in particolare, all'individuazione della casistica e dei soggetti interessati al provvedimento legislativo, finalizzato a trovare una ...
Esdebitazione e fallimento del debitore consumatore - Il decreto legge che consente di azzerare i debiti
Articolo 6 - Finalità e definizioni Al fine di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento non soggette nè assoggettabili a procedure concorsuali diverse da quelle regolate dal presente capo, è consentito al debitore concludere un accordo con i creditori nell'ambito della procedura di composizione della crisi disciplinata dalla presente sezione. Con le ...
Sovraindebitamento » Il procedimento per la liberazione dai debiti
Sovraindebitamento: Vi spieghiamo il procedimento per la liberazione dai debiti, la cosiddetta esdebitazione. Facciamo chiarezza. Grazie alla legge 3/2012, in seguito modificata dal decreto legge 179/2012, i consumatori e i debitori esclusi dalle procedure fallimentari hanno a disposizione una nuova procedura per agevolare il risanamento della propria condizione debitoria, ovvero ...

Spunti di discussione dal forum

Legge 3/2012 per la composizione delle crisi da sovraindebitamento – L’accordo bisogna raggiungerlo con almeno il 60% dei creditori oppure con i creditori titolari di almeno il 60% dell’esposizione debitoria?
Vorrei chiedere se in caso mi rivolgessi al Giudice per omologare un accordo con i creditori, il 60% di assenso da parte dei creditori è riferibile al numero dei creditori o al totale dell'importo dovuto? Per esempio se io devo 50.000 a una banca, altri 5.000 alla stessa banca, e…
Informazioni su legge 3/2012 – Disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento
Vorrei porre alcune domande sulla possibilità di accedere alla legge sul sovraindebitamento, della quale trovo poche informazioni: devo rivolgermi al Tribunale? Su internet trovo parecchie associazioni, ma io, purtroppo, non dispongo di possibilità economiche. Nel caso si pagherebbe molto anche rivolgendomi direttamente al Tribunale? La mia intenzione sarebbe quella di…
Concordato in continuità
Abbiamo avuto un incontro con il nostro Commissario giudiziario informandolo della nostra necessità di dover chiudere la società in quanto con la crisi è peggiorato nel fatturato e non riesce a pagare nè il fitto nè il dipendente, nè i fornitori e le tasse. In prima ci ha risposto che…
Qual è il termine massimo di rientro dal debito in un accordo con i creditori in base alla legge di composizione delle crisi da sovraindebitamento?
Dieci anni fa circa ho chiuso una ditta individuale (ero artigiano) e mi è rimasto solo un debito con la banca per il quale mi è stato ingiunto il pagamento dopo una sentenza. Poiché in questo caso il 60% dei creditori non c'è in quanto vi è solo un creditore…
Nel caso di pignoramento presso terzi è possibile presentare una proposta di transazione quando si è davanti al giudice?
Nel caso di pignoramento presso terzi è possibile presentare una proposta di pagamento quando si è davanti al giudice? I creditori non hanno mai dato riscontro alle proposte di pagamento/transazione fatte del legale del debitore.

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post fallimento personale - addio ai debiti con la legge sul sovraindebitamento. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Fallimento personale - addio ai debiti con la legge sul sovraindebitamento Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 8 maggio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria composizione delle crisi da sovraindebitamento, debiti esdebitazione e fallimento debitore con legge 3/2012 Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca