Scegliere con cura elettrodomestici ed apparecchiature elettroniche

Quale consumo?

Il consumo di elettricità - e di acqua - può variare considerevolmente da un apparecchio all'altro. È dunque meglio studiare attentamente i propri acquisti, guardando in particolare l'etichetta Energia. Per limitare le spese e risparmiare le risorse, si dovrà anche prestare attenzione a tutti i consumi "nascosti" (modalità "attesa" [ ... leggi tutto » ]

Elettrodomestico rumoroso?

Una lavastoviglie o una lavatrice poco rumorose possono essere utilizzate di notte, senza disturbare i vicini, nelle ore in cui la domanda di elettricità è minore. Un frigorifero silenzioso è sempre apprezzato. L'etichetta Energia fornisce informazioni sul [ ... leggi tutto » ]

Consumo in modalità "attesa"?

Il consumo di elettricità degli apparecchi elettrodomestici ed elettronici in modalità "attesa" o "stand-by" rappresenta il 13-15% del consumo totale di una abitazione. Seppur spenti, un computer e le sue periferiche consumano in media 20 watt. Si ha tutto da guadagnare a collegarli ad una multipresa munita di interruttore. [ ... leggi tutto » ]

Senza fili?

Sempre più periferiche e reti informatiche funzionano senza fili (tecnologia Wi-Fi o Wi-Lan). I collegamenti vengono stabiliti tramite radiofrequenze, ciò aggiunge ulteriori radiazioni nell'ambiente in cui viviamo. Inoltre, si devono utilizzare batterie (o accumulatori) per far funzionare la tastiera [ ... leggi tutto » ]

Collegati a 220 volt?

I telefoni tradizionali non hanno bisogno di batteria né di collegamento alla rete elettrica. Non emettono onde elettromagnetiche e funzionano anche in caso di interruzioni [ ... leggi tutto » ]

Un nuovo cellulare?

Le onde dei telefoni portatili sono sospettate di essere nocive alla salute. Inoltre, nei paesi in via di sviluppo, l'estrazione di alcuni minerali necessari alla loro fabbricazione può essere pericolosa per [ ... leggi tutto » ]

Elettrodomestici: il rovescio del meno caro

Il prezzo degli elettrodomestici a buon mercato è ancora fortemente diminuito in questi ultimi anni. La politica dei prezzi ribassati, saldati e altre "offerte speciali" contribuisce a farne dei beni di consumo diffusi. Se questa evoluzione è apprezzabile per il portamonete, ne può conseguire uno spreco di risorse e [ ... leggi tutto » ]

Fare il calcolo giusto

Gli apparecchi elettrodomestici che producono calore (stufe, forni, asciugatrici) o freddo (frigoriferi, congelatori) rappresentano più del 60% dell'elettricità consumata in casa. I primi necessitano di potenze di allacciamento elevate, i secondi sono costantemente in funzione. All'acquisto di un frigorifero si presta generalmente attenzione alla capienza e al prezzo, dimenticandosi [ ... leggi tutto » ]

Limitare il consumo d'acqua

La scelta di un elettrodomestico ha anche delle conseguenze sull'utilizzo di altre risorse. Tra due modelli di lavatrici o di lavastoviglie, il consumo di acqua per ciclo di lavaggio può andare fino al doppio. L'etichetta Energia precisa questo criterio e fornisce altre informazioni, come la capacità di carica in [ ... leggi tutto » ]

Apparecchi cambiati sempre più spesso

Nel campo dell'elettronica è innanzitutto l'evoluzione tecnologica che rende gli apparecchi obsoleti e spinge il consumatore cambiarli. Il rapido rinnovo dei telefoni cellulari, dei computer e delle periferiche pesa pesantemente sullo sfruttamento delle risorse e sulla produzione di rifiuti difficili da eliminare. Per l'informatica si possono frenare gli sprechi [ ... leggi tutto » ]

Attenzione ai consumi "nascosti"

Molti apparecchi restano continuamente sotto tensione, anche quando li si crede spenti, e consumano elettricità quando non sono utilizzati. Questo consumo elettrico nascosto (modalità "attesa" o "stand-by") non concerne unicamente i prodotti informatici, ma pure i televisori, registratori, lettori DVD, macchine per il caffè, forni a microonde e impianti [ ... leggi tutto » ]

Ripresa gratuita del materiale usato

Quando si acquista un nuovo impianto, di regola ci si deve sbarazzare di quello vecchio. Dunque, consegnare il vecchio frigo negli appositi centri di raccolta autorizzati, evitando di rovinare il circuito di refrigerazione, poiché contiene gas che possono nuocere all'atmosfera. [ ... leggi tutto » ]