Multa per parcheggio in strisce blu - casi di illegittimità

Le città sono invase dalle strisce blu: gli spazi di sosta a pagamento dilagano ormai ovunque. In teoria, le aree di parcheggio a pagamento e le aree gratuite dovrebbero essere equamente distribuite tra loro affinché le multe sulle strisce possano essere legittime.

Quasi nessuna città però, rispetta questo obbligo.

Secondo l'articolo 7 (comma 8) del Codice della Strada, infatti: Qualora il comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l'installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta.

Ma gli interessi del Comune, si sa, vengono sempre prima, facendo sì che queste regole non vengano quasi mai rispettate.

In difetto di tale adempimento la multa per mancato pagamento del ticket è da definirsi nulla.

In questo senso si sono pronunciate anche le Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza numero 116 del 9 gennaio del 2007, che recita così: La Corte, pronunciando a Sezioni Unite in quanto era stata sollevata eccezione di difetto di giurisdizione, conferma la sentenza di merito di accoglimento dell'opposizione avverso alcune sanzioni amministrative in materia di circolazione stradale, irrogate per la mancata esposizione del tagliando attestante il pagamento delle somme dovute per la sosta all'interno delle “strisce blu” , rilevando l'esistenza di vizi di legittimità nei provvedimenti amministrativi istitutivi delle zone di parcheggio a pagamento, qualora non rispettino l'obbligo, imposto dall'art 7, ottavo comma, del codice della strada, di prevedere zone di parcheggio libero in prossimità di esse ( in questo senso già Cass. S.U. numero 6348 del 1984)

Ricordiamo, però, che ci sono alcune eccezioni.

Infatti, l'obbligo di aree di parcheggio gratuite non sussiste per le zone definite (a norma dell'articolo 3 del codice della strada): area pedonale e zona a traffico limitato, nonché per quelle definite di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico.

In mancanza di queste particolari astrazioni, Chi riceve una multa per mancato pagamento del ticket sulle strisce blu può ottenere, dal Giudice di Pace, l'annullamento della contravvenzione se, nelle immediate vicinanze, il Comune non ha adibito anche aree di sosta gratuita (strisce bianche).

24 gennaio 2013 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca