Vigili urbani in borghese pedinano automobilisti per beccarli mentre parlano al cellulare guidando: scatta la multa

Avete capito bene: ti puntano, ti pedinano, controllano per qualche istante e poi scatta la multa: sono i vigili anti-telefonino, squadre di agenti in borghese a caccia di automobilisti e scooteristi indisciplinati che telefonano mentre sono alla guida.

Questo servizio è mirato a migliorare la sicurezza stradale.

Le statistiche, infatti, parlano chiaro: la maggior parte degli incidenti, specialmente nei centri urbani, avviene per distrazione di chi è alla guida e il cellulare è il primo motivo.

Una ricerca belga, inoltre, conferma questa tesi: l'utilizzo in modalità voce mentre si è al volante aumenta del 4% il rischio incidenti, se invece il telefonino lo si prende in mano il rischio sale al 23 per cento.

Chissà che il nuovo codice della strada, che permette di andare in scooter in due a partire dai 16 anni, non riesca a diminuire almeno su due ruote i comportamenti rischiosi.

In fondo, ci si può sempre spartire i compiti: uno guida, l'altro chatta.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vigili urbani in borghese pedinano automobilisti per beccarli mentre parlano al cellulare guidando: scatta la multa. Clicca qui.

Stai leggendo Vigili urbani in borghese pedinano automobilisti per beccarli mentre parlano al cellulare guidando: scatta la multa Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 26 agosto 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 30 agosto 2015 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione . Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info