Dichiarazione dei redditi – presentazione in ritardo

Se la dichiarazione è presentata con ritardo non superiore a novanta giorni, la violazione può essere regolarizzata eseguendo spontaneamente, entro lo stesso termine, il pagamento di una sanzione di 32 euro, pari ad 1/8 di 258 euro, ferma restando l’applicazione delle sanzioni relative alle eventuali violazioni riguardanti il pagamento dei tributi, qualora non regolarizzate secondo le modalità illustrate precedentemente.

Un esempio pratico

Supponiamo che un contribuente abbia dimenticato di presentare alla scadenza del 31 luglio la dichiarazione dei redditi (Modello Unico) dalla quale non risultano imposte da versare.

Attraverso il ravvedimento operoso egli potrà presentare la dichiarazione nei 90 giorni successivi alla scadenza pagando la sanzione di 32 euro.

Compilazione della Sezione interessata del modello F24

Dichiarazione dei redditi – presentazione in ritardo

Per la tardiva od omessa trasmissione delle dichiarazioni da parte dei soggetti abilitati all’invio telematico è prevista la sanzione da 516 a 5.164 euro.

La sanzione può non essere applicata nel caso in cui le dichiarazioni, tempestivamente trasmesse e scartate, vengano ritrasmesse correttamente non oltre 5 giorni dalla data di restituzione delle ricevute che segnalano il motivo dello scarto.

La violazione per tardiva od omessa trasmissione telematica delle dichiarazioni non è sanabile, poiché per essa è prevista una sanzione amministrativa e non tributaria.

Per fare una domanda su cosa è possibile fare per rimdiare  ad una presentazione della dichiarazione dei redditi effettuata in ritardo,  sul contenzioso tributario, su fisco e tasse in genere, sulle cartelle esattoriali clicca qui.


Per inserire un commento o una domanda devi prima autenticarti cliccando qui

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Stai leggendo Presentazione in ritardo della dichiarazione dei redditi Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il 16 giugno 2008 Ultima modifica effettuata il 3 luglio 2014 Classificato nelle categorie dichiarazione redditi Etichettato con tag , , , Archiviato nella sezione origine dei debiti » dichiarazione dei redditi tasse tributi e contributi » dichiarazione dei redditi Letture 3.270 Numero di commenti e domande: 33

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Commenti e domande dei lettori

  • Devi essere registrato e connesso per poter inserire un commento o un quesito. Se non sei un utente registrato, puoi commentare gli articoli o inserire un quesito nel forum, anche con un account Facebook o Google+.

    Connect with:
  • Mariangela 12 luglio 2011 at 17:07

    Buonasera, l’anno scorso il caf a cui ho presentato il mio 730 ha dimenticato ad inviare il 730 con le relative trattenute (117 €) al mio datore di lavoro.

    il problema è che me ne sono accorta solo adesso.

    Come bisogna agire adesso?

    • dott. Emanuele Perrotta 12 luglio 2011 at 17:19

      Ciao Mariangela. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione “tasse” del forum di indebitati.it.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta. Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

1 23 24 25