recupero crediti - morosità bollette elettricità e gas

Telefonate continue ed insistenti indirizzate al debitore inadempiente e provenienti da una società di recupero crediti? e' sufficiente presentare una querela per molestie se si desidera davvero porre fine alla persecuzione

Giovanni Napoletano - 16 Agosto 2019

Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda fino a cinquecentosedici euro (articolo 660 del codice penale). La norma punisce il recare molestia o disturbo alle persone: la condotta può manifestarsi in qualsiasi luogo, pubblico o privato, ed anche per mezzo del telefono, e consiste nell'oggettiva idoneità a molestare terze persone, interferendo nell'altrui vita privata e nell'altrui vita di relazione. Per petulanza si intende ogni contegno di arrogante invadenza e

Andrea Ricciardi - 1 Febbraio 2017

Energia elettrica e gas: dal 1 gennaio 2017 la conciliazione è obbligatoria nella risoluzione delle controversie tra aziende e consumatori. Dal primo gennaio 2017, per le controversie nei settori dell'energia elettrica e del gas, il cliente finale e il prosumer (produttori e consumatori di energia elettrica) possono tentare di risolvere il problema con il proprio operatore utilizzando la conciliazione, che diventa una tappa obbligatoria prima di rivolgersi eventualmente al giudice. Il tentativo obbligatorio di conciliazione può essere svolto dinanzi al Servizio Conciliazione dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico (Aeegs) oppure, in alternativa, presso un organismo che

Gennaro Andele - 19 Agosto 2015

Qual è la prassi, in caso di morosità (del consumatore) per il pagamento di bollette di luce o gas, che il fornitore, o il distributore, di energia deve rispettare prima di procedere al distacco dell'utenza? La crisi sta mettendo a dura prova i consumatori italiani, tanto che dai dati ufficiali diramati in merito, il numero delle utenze in morosità continua ad aumentare in maniera vertiginosa. Ben diciotto milioni risultano essere gli utenti morosi in Italia a fine giugno 2015, dato a dir poco allarmante. Oggigiorno, i pagamenti delle utenze domestiche sono dei problemi di ordinaria amministrazione, che possono diventare, però,

Giovanni Napoletano - 24 Novembre 2014

Il servizio di fornitura del gas si realizza attraverso la partecipazione di tre soggetti: il distributore, il venditore ed il cliente finale. Il distributore è il titolare di una concessione territoriale per lo svolgimento di un servizio pubblico ed ha come propri interlocutori le società di vendita del gas naturale, ovvero ENI, ENEL, Edison energia e tanti altri. il venditore, acquista il gas naturale dal distributore e lo rivende ai clienti finali. Il tradizionale contratto di somministrazione del gas naturale, che prima era di carattere bilaterale, è dunque diventato trilaterale, in ragione dei vari interventi normativi, succedutisi nel tempo, spesso