Giorgio Valli

La giurisprudenza è molto controversa sui termini di prescrizione della cartella esattoriale. Però se il suo legale è così convinto e sicuro che la prescrizione sia quinquennale, un suggerimento posso comunque fornirglielo.

Prenda il valore della cartella esattoriale e lo divida a metà. Poi faccia questa proposta all’avvocato: “ti pago le sole spese “vive” (bolli e contributo unificato) per la presentazione del ricorso (parliamo di nemmeno cento euro). Il resto, cioè il valore corrispondente alla metà dell’importo segnato in cartella, lo pago appena vinceremo il ricorso per prescrizione quinquennale della cartella”.

Mi sembra si tratti di una proposta ragionevole. Ma vedrà che la risposta sarà più o meno questa: “l’ordine degli avvocati non ci consente patti di quota lite con i clienti…”

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.