Ludmilla Karadzic

In udienza potrà esclusivamente prendere atto del dispositivo riguardante l’entità della trattenuta stipendiale da assegnare al creditore procedente e la durata del prelievo: eventuali rimostranze andranno canalizzate, con il supporto di un avvocato, al giudice dell’esecuzione del tribunale. Il debitore non potrà sicuramente esternare in udienza le proprie eventuali rimostranze.

E’ sicuramente suo diritto presenziare (ma non intervenire) all’udienza di assegnazione e per questo, ha la possibilità di eccepire, d’urgenza, tramite avvocato, l’omessa notifica dell’atto di pignoramento, anche prima che l’udienza stessa abbia luogo.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.