Tullio Solinas

A nostro parere, va considerato esclusivamente il momento in cui viene sottoscritto (e comunicato ad INPS) il primo contratto di lavoro a tempo determinato, non quello in cui viene attivata la proroga del primo contratto: qualora, dopo la sottoscrizione del primo contratto, venisse concordata una proroga, con un secondo contratto a tempo determinato, agganciato temporalmente in continuità alla scadenza del primo, in modo che la durata complessiva dei due contratti superasse complessivamente i sei mesi. indipendentemente da una eventuale termine di diritto al beneficio prima della attivazione del contratto di proroga, le mensilità NASpI erogate per i mesi di valenza del primo contratto di lavoro a tempo determinato, andranno restituite.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.