Annapaola Ferri

Anche il professionista che abbia accumulato debiti svolgendo la propria professione, ma non è soggetto alla legge fallimentare o alla liquidazione coatta amministrativa, può rivolgersi al giudice del sovraindebitamento per presentare un piano del consumatore finalizzato ad ottenere una rata unica sostenibile, in base alle minimali esigenze di mantenimento della famiglia del debitore.

Deve tuttavia, avvalersi del supporto tecnico amministrativo di un Organismo per la Composizione delle Crisi da Sovraindebitamento (OCCS).

Questo link consente di accedere al registro gestito dal Ministero della Giustizia dove è possibile reperire l’elenco degli organismi abilitati alla composizione della crisi da sovraindebitamento, nonché tutti i dati di contatto, per ottenere adeguata assistenza nella presentazione di un piano del consumatore presso il Tribunale territorialmente competente.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.