Marzia Ciunfrini

L’articolo 511 del codice civile stabilisce che le spese relative ad ogni altro atto dipendente dall’accettazione con beneficio d’inventario sono a carico dell’eredità.

Quindi, sono a carico dell’eredità, anche le spese per l’amministrazione e la liquidazione del patrimonio ereditario e il compenso del notaio: tali spese vanno rimborsate all’erede prima di eseguire il pagamento dei creditori.

Tuttavia, all’erede non spetta alcun compenso per l’opera prestata in quanto agisce nel proprio interesse.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.