Roberto Petrella

Per ottenere sconti sulle tasse universitarie e altre facilities in ambito universitario lei dovrebbe presentare una DSU/ISEE per l’Università, con nucleo familiare formato dalla sola studentessa (senza genitori, che supponiamo essere benestanti): per aumentare le chances di poter fruire dei benefici previsti dalla normativa vigente, la studentessa dovrebbe aver trasferito la propria residenza in una unità abitativa (non di proprietà dei propri genitori) da almeno due anni e percepire un reddito annuo non inferiore a 6 mila euro.

Per ottenere il reddito di cittadinanza, invece, se la studentessa ha più di 26 anni, le sarà sufficiente trasferire la residenza in una unità abitativa diversa da quella occupata dai propri genitori e presentare una DSU/ISEE ordinaria, per la verifica dei requisiti di accesso al beneficio.

Altrimenti, pur con il trasferimento di residenza, il nucleo familiare della studentessa resterebbe quello di origine (genitori inclusi). Sono obbligati, per legge, a presentare la DSU minorenni, anche per accedere al reddito di cittadinanza, i nuclei familiari in cui sono presenti minorenni. Non è detto che per una studentessa universitaria, al fine di ottenere il reddito di cittadinanza ed essere considerata autonoma, debbano valere le regole previste per accedere ai benefici in ambito universitario. Non è detto cioè che per accedere al reddito di cittadinanza, la studentessa debba presentare una DSU/ISEE per l’Università.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.