Giuseppe Pennuto

Chi è fresco di patente di guida, sia auto che moto, è soggetto a particolari limitazioni di velocità: per i primi tre anni bisogna osservare alcune restrizioni prima di poter tranquillamente guidare come la generalità dei guidatori.

Il codice della strada (art. 117) prevede per le patenti di guida di categoria A2, A, B1 e B, limitazioni di velocità e di guida per i primi anni dalla data di superamento dell’esame.

Per neopatentato si intende colui o colei che hanno conseguito la patente da meno di 3 anni.

Come prevede la legge, i neopatentati non possono superare il limite di 100 km orari in autostrada e 90 km orari su strade extraurbane. Le limitazioni dei neopatentati valgono dal conseguimento della patente:

  • in caso di nuova patente italiana;
  • in caso di nuova patente rilasciata a seguito di revoca della precedente;
  • per gli stranieri che hanno convertito la loro patente;
  • per i militari che hanno convertito la loro patente.

Non è sempre facile per gli agenti accertatori effettuare i dovuti controlli sui neopatentati, soprattutto se ci si imbatte in autovelox a postazione fissa. In questo caso è rilevata solo la velocità del veicolo e non anche l’identità del guidatore.

Solo in caso di contestazione sul posta da parte delle forze dell’ordine si può quindi incorrere in un controllo mirato.

Resta comunque il fatto che in caso di sinistro con colpa, le compagnie assicuratrici tendono a non rispondere in toto dei danni in caso di infrazione.

Le limitazioni di cui sopra non si applicano se a fianco del conducente neopatentato c’è una persona con almeno 10 anni di patente di guida valida e non più di 65 anni di età.

In assenza di tale affiancamento, chi viola l’art. 117 Cds rischia, oltre che una multa pecuniaria, anche la decurtazione di punti dalla patente.

Pertanto chi supera i limiti di velocità di cui sopra è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 165 a euro 660. Scatta poi la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della validità della patente da due ad otto mesi.

Commettendo infrazioni al codice della strada ai neopatentati vengono anche sottratti il doppio dei punti patente, laddove previsto, rispetto ai guidatori più esperti.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.