Annapaola Ferri

L’importo relativo ad un prestito dietro cessione del quinto, nulla ha a che vedere con la pensione, se non il fatto che la rata di rimborso viene trattenuta direttamente dalla pensione. Si tratta di un prestito come un altro.

Inoltre, come già affermato nella risposta al quesito linkato, il denaro è un bene fungibile, nel senso che, un attimo dopo l’accredito, una volta confluito in conto corrente, non si può più capire da cosa esso sia derivato.

E, giusto per non andare off topic, ribadiamo che si sta discutendo di pignoramento presso terzi, ove il terzo pignorato non è l’INPS, ma la banca dove il debitore inadempiente intrattiene un rapporto.

Sul pignoramento del conto corrente di un pensionato, l’articolo 545 del codice di procedura civile tutela l’ultimo rateo di pensione accreditato e nient’altro. Il giudice applica la normativa vigente, non i ragionamenti del debitore inadempiente che sono, evidentemente, di parte.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.