Rosaria Proietti

Si tratta, innanzitutto, di un reddito annuo (e non mensile) del nucleo familiare e si riferisce all’anno di imposta 2020: per capirne l’origine sarebbe necessario consultare l’attestazione ISEE rilasciata dall’INPS.

Possiamo solo ipotizzare che si tratti di trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari (diversi dal reddito di cittadinanza) a qualunque titolo percepiti, nel 2020, da parte di amministrazioni pubbliche, somme che contribuiscono al reddito del nucleo familiare (anche se costituito da un’unica persona).


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.