Andrea Ricciardi

Esame della patente per auto e moto, cambia la teoria da lunedì 20 dicembre: la data d’inizio del nuovo corso, è stata fissata dal decreto 439 del 13 dicembre, pertanto i candidati al conseguimento di una patente di guida di categoria A1, A2, A, B1, B o BE, a decorrere dalla predetta data sosterranno il cd “esame di teoria” con le nuove modalità.

I quiz da superare diventano trenta (invece di quaranta) e per rispondere con un ’vero’ o ‘falso’ – V o F – si avranno a disposizione venti minuti e non più mezz’ora. Il candidato potrà sbagliare al massimo 3 risposte (prima erano 4).

Le sanzioni per chi non è in regola con la patente sono salatissime.

Per chi guida con un documento scaduto il codice della strada (articolo 126) stabilisce una multa da 158 a 638 euro. La patente viene ritirata. Per mettersi in regola, l’automobilista deve sottoporsi a visita medica. Se non lo fa e continua a usare, la multa passa a 2.046 euro, ma può arrivare anche a 8.186. Previsto anche il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

Durissima la sanzione per chi guida senza aver mai conseguito la patente. Può arrivare alla cifra monstre di 30.599 euro, partendo da quella base di 5.100. Quella appena applicata dalla polizia municipale di Firenze a un cittadino del Guatemala sorpreso a guidare uno scooter di grossa cilindrata senza aver mai conseguito la patente. Ma il conto finale è stato anche più salato, seimila euro in totale perché l’uomo non aveva assicurazione (866 euro) e revisione (173 euro).


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.