Andrea Ricciardi

Molti Comuni hanno stanziato nuovi aiuti economici per le famiglie bisognose che necessitano di buoni spesa per acquistare i beni di prima necessità: per fare fronte all’emergenza sanitaria ed alla crisi economica innescata dalla pandemia il Governo Draghi ha stanziato nuove risorse economiche volte a sostenere economicamente i cittadini in difficoltà. i

I buoni spesa sono un aiuto straordinario ed un contributo economico erogato dai Comuni italiani.

Oltre a questi aiuti, come noto, il Governo italiano ha previsto altre misure di sostegno economico, tra cui il Reddito o la Pensione di Cittadinanza.

I buoni spesa o buoni natalizi sono un aiuto economico volto a sostenere le famiglie più bisognose colpite dalla crisi innescata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19. I buoni spesa, come si può facilmente intuire, sono buoni che possono essere utilizzati per acquistare generi alimentari e prodotti di prima necessità, tra cui medicinali, che vengono erogati dai Comuni alle famiglie più bisognose.

I buoni spesa vanno da un minimo di circa 100 euro a un massimo di 600-700 euro. Le famiglie numerose possono beneficiare di un buono spesa che può arrivare fino a 1.400 euro.

Possono beneficiare dei buoni spesa famiglie con figli, coppie e single con priorità per chi non riceve altri sostegni pubblici (Reddito di cittadinanza, Pensione di cittadinanza, Naspi, Cassa integrazione ecc.).

Pertanto, se si è già titolari del Reddito di Cittadinanza difficilmente il Comune potrà erogare i buoni spesa.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.