Annapaola Ferri

Sia il pignoramento già azionato che il precetto appena notificato si riferiscono a crediti della stessa natura: pertanto se il creditore che ha notificato il precetto dovesse procedere ancora con pignoramento dello stipendio, dovrà necessariamente attendere che la trattenuta mensile in corso estingua integralmente il primo importo assegnato dal giudice.

Mentre è da escludersi il pignoramento della vettura usata, va ricordato che Banca IFIS potrebbe optare per il pignoramento del conto corrente: in tale ipotesi, qualora il conto corrente fosse utilizzato esclusivamente per l’accredito della retribuzione stipendiale e venisse bloccato (anche se vuoto) in attesa del decreto giudiziale di assegnazione, il debitore potrebbe prelevare ogni mese, rivolgendosi ai funzionari della sede dell’Istituto bancario ove è detenuto il rapporto di conto corrente, l’importo accreditato dal datore di lavoro, fino ad un massimo di circa 1380 euro (ovvero tre volte l’assegno sociale nella misura massima), così come dispone l’articolo 545 del codice di procedura civile.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.