Giovanni Napoletano

Viste le tante richieste pervenute sul nostro blog, ecco alcuni consigli utili per evitare le bollette alte e risparmiare sulle forniture di luce e gas senza rinunciare a un livello di consumi in linea con quelle che sono le proprie esigenze.

Per evitare di pagare bollette luce e gas troppo alte è fondamentale passare al Mercato Libero.

Le famiglie che sono ancora nel mercato tutelato, infatti, non hanno la possibilità di scegliere le tariffe luce e gas per le proprie fornitore.

I prezzi dell’energia nel mercato tutelato sono stabiliti da ARERA che li aggiorna ogni tre mesi. Nel corso dell’ultimo aggiornamento, arrivato ad inizio aprile, si è registrato un nuovo rincaro per i clienti in tutela.

Passando al Mercato Libero è possibile minimizzare i costi delle forniture, andando a minimizzare il costo dell’energia (ci sono alcuni “costi fissi” che non cambiano tra Mercato Libero e tutelato). Non tutte le offerte del Mercato Libero sono convenienti.

L’utente deve valutare con attenzione le proposte disponibili e scegliere le soluzioni tariffarie più vantaggiose.

In questo modo, infatti, sarà possibile ottenere un risparmio notevole rispetto al mercato tutelato.

Ipotizziamo, a titolo d’esempio, il caso di un “cliente tipo” con consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale.

Un cliente così delineato registrerà, considerando le condizioni di aprile 2021, una spesa annuale di 585 euro per l’energia elettrica e 1025 euro per il gas naturale.

Complessivamente, quindi, è possibile stimare una spesa annuale per le bollette luce e gas di circa 1610 euro.

Il passaggio al Mercato Libero con la contestuale attivazione delle tariffe luce e gas più convenienti di aprile 2021 permetterà di ridurre drasticamente la spesa.

Analizzando le varie offerte disponibili, è possibile individuare le tariffe più vantaggiose che se attivate permetteranno di ridurre la spesa annuale a 445 euro per l’energia elettrica e 910 euro per il gas naturale. La spesa complessiva sarà, quindi, di circa 1355 euro.

Il passaggio dal mercato tutelato al Mercato Libero consente, quindi, al “cliente tipo” di ottenere un risparmio di circa 255 euro all’anno.

Da notare che per le famiglie con consumi di luce e gas più elevati, il risparmio annuale garantito dall’attivazione delle migliori offerte luce e gas sarà ancora maggiore. Passare al Mercato Libero, nonostante il mercato tutelato resterà attivo fino a fine 2022, è un’opzione da sfruttare per evitare di pagare bollette alte.

Come possiamo fare ad individuare le tariffe luce e gas più convenienti? Andare ad analizzare, una ad una, tutte le tariffe presenti sul mercato è una missione quasi impossibile oltre che un’operazione davvero dispendiosa in termini di tempo.

Fortunatamente, gli utenti possono individuare le migliori tariffe sfruttando la comparazione online.

Grazie ad un comparatore, infatti, sarà possibile mettere a confronto le varie tariffe disponibili sul mercato e individuare in pochi istanti le soluzioni più vantaggiose per dare un taglio significativo alla propria bolletta.

Per utilizzare il comparatore, disponibile in modo completamente gratuito, sarà sufficiente indicare una stima del proprio consumo annuo di luce e gas.

Tale dato è disponibile in una precedente bolletta inviata dall’attuale fornitore oppure può essere stimato tramite l’apposito tool del comparatore.

Una volta individuate le offerte luce e gas più vantaggiose, sarà possibile completarne la sottoscrizione tramite una semplice procedura di attivazione online, raggiungendo, dal comparatore, il sito del fornitore.

La procedura di sottoscrizione è molto semplice e richiede che l’utente fornisca i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura ed i dati della fornitura (il codice POD per l’energia elettrica e il codice PDR per il gas naturale, presenti in bolletta).

Terminata la sottoscrizione, il fornitore si occuperà delle pratiche amministrative e tecniche per l’attivazione effettiva della fornitura. La procedura durerà alcune settimane.

Durante tutta la procedura, inoltre, non è prevista l’interruzione dell’erogazione di energia o la sostituzione del contatore.

Un buon modo per evitare i rincari futuri e le bollette alte è rappresentato dalla scelta delle offerte luce e gas a prezzo fisso. Si tratta di una tipologia di tariffa molto diffusa sul Mercato Libero. Scegliendo una tariffa di questo tipo, il prezzo dell’energia sarà fisso e bloccato per tutto il periodo indicato dalle condizioni contrattuali.

Un eventuale rincaro dei prezzi nel mercato all’ingrosso non si rifletterà sulla bolletta dell’utente in quanto il prezzo è fisso. Sul Mercato Libero ci sono tariffe luce e gas a prezzo fisso per 12, 18, 24 o addirittura 36 mesi. Scegliendo offerte di questo tipo si potrà ottenere un’elevata protezione contro i possibili rincari futuri.

Alle offerte a prezzo fisso si contrappongono le tariffe a prezzo variabile. Tali soluzioni prevedono un aggiornamento periodico del prezzo dell’energia, solitamente su base mensile.

Gli aggiornamenti del prezzo avvengono in base ad un indice di riferimento. Di solito gli indici utilizzati sono il PUN (Prezzo Unico Nazionale) per l’energia elettrica ed il PSV (Punto di Scambio Virtuale) p il TTF (Title Transfer Facility) per il gas naturale.

Il mercato tutelato propone, di fatto, tariffe a prezzo variabile. In questo caso, gli aggiornamenti dei prezzi avvengono su base trimestrale ed è ARERA che stabilisce le condizioni tariffarie. Sul Mercato Libero è possibile valutare anche l’attivazione di tariffe che garantiscono uno sconto fisso rispetto al prezzo del mercato tutelato. In questo caso, il prezzo varierà trimestralmente ma si avrà la certezza di poter risparmiare rispetto al mercato tutelato.

Un buon modo per dare un taglio alle bollette dell’energia elettrica è rappresentato dalla scelta delle tariffe multiorarie in sostituzione delle più tradizionali offerte monorarie in cui il prezzo è indipendente dall’orario di utilizzo dell’energia elettrica. Le soluzioni multiorarie prevedono tre fasce orarie ed un prezzo diverso per ogni fascia.

Ecco le fasce orarie previste:

  • F1: dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 19)
  • F2: dal lunedì al venerdì (dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23), il sabato (dalle 7 alle 23)
  • F3: dal lunedì al venerdì (dalle 23 alle 7), il sabato (dalle 23 alle 7), la domenica e nei giorni di festività nazionale

Le tariffe multiorarie si dividono in tariffe biorarie, quando il prezzo F2 è uguale al prezzo di F3, e triorarie, quando il prezzo di F2 è diverso dal prezzo di F3.

In linea generale, il prezzo F1 è sempre maggiore rispetto al prezzo di F2 ed F3 mentre, solitamente, il prezzo medio di una tariffa monoraria è intermedio tra quello F1 e quelli di F2 ed F3.

Le soluzioni multiorarie garantiscono un notevole risparmio alle famiglie che concentrano i propri consumi nelle fasce orarie F2 ed F3.

Le famiglie che consumano più energia in fascia F1 o che distribuiscono in modo equo i consumi troveranno più vantaggioso puntare sulle soluzioni monorarie per risparmiare sulla bolletta.

Per ottenere informazioni precise in merito alla suddivisione dei consumi è possibile consultare una precedente bolletta inviata dal proprio fornitore.

In questa bolletta verrà indicata la suddivisione dei propri consumi di energia in modo chiaro e definito, permettendo di scegliere con precisione se puntare o meno sulle offerte multiorarie.

Per quanto riguarda il gas, invece, non esistono tariffe multiorarie in quanto, in questo caso, non si fa distinzione nell’orario di utilizzo della materia prima.

Nella scelta delle tariffe luce e gas da attivare, per minimizzare i costi ed aumentare i vantaggi, è opportuno prendere in considerazione anche i bonus aggiuntivi proposti dai fornitori. A disposizione degli utenti, infatti, i fornitori del Mercato Libero, per conquistare nuovi clienti, propongono diverse promozioni da sfruttare.

Ad esempio, è possibile sfruttare le tariffe dual fuel. Si tratta di promozioni specifiche rivolte agli utenti che attivano una tariffa luce ed una tariffa gas con lo stesso fornitore. In questo caso, il fornitore propone un bonus extra al suo cliente. Tale bonus può essere di vario tipo come un buono sconto in omaggio (ad esempio un buono Amazon) o uno sconto extra sul prezzo dell’energia (ad esempio -10% se si attiva una doppia fornitura).

Nella scelta del fornitore di luce e gas è opportuno valutare anche la possibilità di aderire a programmi fedeltà, per ottenere vantaggi e sconti di vario tipo, oppure di sfruttare promozioni “porta un amico” che, garantendo uno sconto in bolletta per ogni amico presentato che attiva una fornitura, possono potenzialmente portare all’azzeramento delle bollette.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.