Paolo Rastelli

L’ente creditore compila l’elenco dei debitori, con le somme dovute, assegnando un ruolo (ovvero un numero a valenza interna dell’ente creditore, del tipo progressivo/anno di registrazione) a ciascuno di essi: poi una volta deciso che il debitore difficilmente pagherà in modo volontario l’importo portato dall’avviso di addebito, dal verbale di multa, o dall’avviso di accertamento, in sostanza classificando il debito come sofferente, rende esecutivo il ruolo, cioè lo affida alla riscossione coattiva dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, che emette la cartella esattoriale, che costituisce, appunto, un titolo esecutivo.

Pertanto nella cartella esattoriale va individuata la sezione in cui c’è scritto:

Ruolo numero XXXX/YYYYYY
Reso esecutivo in data gg-mm-anno

La data di esecutività del ruolo è l’informazione equivalente alla cosiddetta data di affidamento del carico all’Agente della Riscossione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.