Ludmilla Karadzic

Il suo avvocato ha perfettamente ragione: se non riuscirà a perfezionare un accordo di rientro dilazionato del debito, Banca IFIS, molto probabilmente, procederà ad ipotecare la quota del 50% di proprietà dell’appartamento ereditato.

In base all’esperienza maturata negli anni, difficilmente è accaduto che Banca IFIS abbia contattato, per esigere il credito vantato, debitori senza reddito e senza proprietà, ovvero non aggredibili.

Segno evidente, se lo ha fatto, che è venuta a conoscenza della comproprietà immobiliare della propria debitrice.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.