Gennaro Andele

La truffa del finto SMS inviato dalla banca funziona così: in pratica il consumatore riceve sul suo telefonino un sms da un numero di telefono identico a quello usato dalla banca per avvisare di un accesso anomalo sul conto e invitando a cliccare su un link.

In questo modo l’utente inserisce il codice utente e il Pin.

In una seconda fase per completare la truffa, si riceve una telefonata da un sedicente operatore della banca convincendo il malcapitato a bloccare le operazioni, ma di fatti sbloccandole e quindi poter entrare nel suo conto corrente.

Tutto ciò avviene grazie alla così detta tecnica dello SMS Spoofing, un metodo che permette all’utente di falsificare il mittente di un messaggio.

La truffa collegate allo Spoofing sono: solo voce si chiama Vishing, quella che inibisce l’uso della SIM si chiam SIM Swap e infine la truffa solo via SMS si chiama Smishing.

E’ bene ricordare che la banca non chiederà mai al proprio cliente di confermare le sue credenziali tramite un SMS. Diffidate quindi da comunicazioni del genere. In caso di dubbio è bene chiamare la banca ai suoi numeri ufficiali.

Nel caso di essere stati truffati con questa tecnica di SMS Spoofing, la buona notizia è che è possibile agire nei confronti della Banca al fine di richiedere il rimborso delle somme sottratte dai malfattori.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.