Andrea Ricciardi

Mancano pochi giorni per chiedere l’esonero dal pagamento dei 90 euro del canone RAI valido per il 2021: vi spieghiamo chi può chiedere l’esenzione e come fare per non pagare la tassa.

I 90 euro vengono addebitati direttamente sulla bolletta della luce. Chi è titolare di un’utenza elettrica ma non possiede un televisore in casa, deve inviare, entro il primo febbraio, via web oppure con raccomandata o Pec, l’apposita dichiarazione sostitutiva.

In particolare, gli interessati devono compilare il “quadro A” del modello disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate nell’area apposita.

Nel documento bisogna anche dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata un’utenza elettrica a proprio nome è presente un apparecchio tv di proprietà appartenente a un componente della famiglia.

Il quadro può essere compilato anche dagli eredi per dichiarare che nell’abitazione presso la quale è ancora attiva l’utenza elettrica ancora intestata a una persona deceduta, non è presente alcun apparecchio televisivo.

Se l’utente non riesce a trasmettere la domanda di esenzione per via telematica, il modulo può essere inviato anche tramite una raccomandata.

In alternativa, è possibile trasmettere il modello attraverso gli intermediari abilitati, che sono Caf, professionisti del settore o simili.

Chi dovesse saltare la scadenza di lunedì 1 febbraio, potrà in ogni caso beneficiare di un esonero parziale nei mesi successivi.

Gli utenti che presenteranno la domanda entro il 30 giugno 2021, infatti, verranno esonerati per il secondo semestre dell’anno.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.