Paolo Rastelli

La soluzione del problema l’ha già individuata: prendere la residenza nella casa ereditata in comproprietà con le sorelle. Per questo non è nemmeno necessario l’atto di donazione in suo favore delle quote spettanti alle altre due coeredi.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.