Gennaro Andele

Gli ultimi mesi non sono stati di certo tranquilli per nessuna persona al mondo vista la pandemia in atto: gli utenti che utilizzano le applicazioni di messaggistica istantanea si sono ritrovati in netto vantaggio rispetto a chi ripudia ancora tale pratica.

Infatti le distanze imposte dai dispositivi di sicurezza sono state nettamente abbreviate da applicazioni come WhatsApp che permettono infatti di messaggiare o di chiamare e videochiamare.

Però i truffatori sono sempre in agguato, quindi nell’utilizzo di questi mezzi bisogna sempre fare molta attenzione.

Attualmente sembrerebbe essere ritornata alla carica una delle truffe più incredibili che vedrebbe Esselunga concedere a tutti un buono da 500 €. Ovviamente tutto ciò non è reale e l’azienda ha preferito diffondere un comunicato ufficiale.

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa.

Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda”, ha specificato la compagnia.

“Noti anche come phishing, questi messaggi sono sempre più diffusi e mirano a rubare informazioni o addirittura denaro. Spesso il messaggio contiene l’invito a cliccare su un link che rimanda a un sito creato al solo scopo di carpire informazioni personali.

A volte possono essere richieste false autorizzazioni al trattamento dei dati personali inseriti o l’invito a richiedere un fantomatico premio: tali richieste in realtà attivano l’adesione a servizi a pagamento non richiesti”.

Esselunga ha quindi spiegato nel dettaglio ai propri clienti non soltanto che non c’è nessun buono da 500 euro messo in palio, ma anche come funzionano queste truffe in modo da informare la clientela e renderla più scaltra e attenta anche per il futuro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.