Lilla De Angelis

L’erogazione del Reddito di Cittadinanza é condizionata alla Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) al lavoro da parte dei componenti il nucleo familiare maggiori di età: tuttavia, sono esclusi da tale obbligo i maggiorenni già occupati o frequentanti un regolare corso di studi.

Nulla di più specifica la norma (articolo 4, comma 2 del decreto legge 4/2019) per cui abbiamo difficoltà a rispondere alla sua domanda: possiamo solo aggiungere che, entro 30 giorni dal riconoscimento del Reddito di cittadinanza, il beneficiario è convocato dai servizi sociali del Comune di residenza preposti al contrasto alla povertà, per stipulare il Patto per l’inclusione sociale.

Il patto è finalizzato a perfezionale l’adesione degli appartenenti al nucleo familiare beneficiario ad un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale che può prevedere attività di servizio alla comunità, per la riqualificazione professionale o il completamento degli studi nonché altri impegni finalizzati all’inserimento nel mercato del lavoro e all’inclusione sociale.

In quella sede e nell’occasione si potrà discutere della regolarità del corso di studi frequentato, chiedendo l’esonero dagli obblighi appena sopra indicati.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.