Giovanni Napoletano

In tempi di coronavirus, con milioni di italiani in casa anche per lo smart working, una domanda nasce spontanea: ovvero come risparmiare sulle bollette di luce e gas.

Non tutti sono a conoscenza di una serie di trucchi che riescono ad abbassare i consumi, e di conseguenza i costi nelle bollette dell’energia, che su base mensile o bimestrale ci mettono spesso in ginocchio.

E si parte dal frigorifero: per risparmiare energia, oltre che aprirlo solo quando serve davvero, è meglio staccarlo di una decina di centimetri dal muro. Un’abitudine che da sola può portare a un risparmio fino a 23 euro l’anno.

Poi c’è la lavastoviglie: alcune di esse hanno la funzione ‘risparmio energetico’, ma per chi ne possiede una che non ha questa funzione, è consigliato bloccarne il ciclo prima che asciughi i piatti (fino a 18 euro l’anno in meno).

Poi si passa alle pentole: usare il coperchio fa risparmiare 5 euro l’anno. Ma il risparmio sale a 8 euro l’anno per chi usa le pentole a pressione anziché quelle tradizionali. E ancora, il forno: usare quello a microonde per scongelare i cibi ci fa risparmiare fino a 33 euro l’anno.

Ma attenzione a non lasciarlo in stand-by, perché anche a riposo ha un certo consumo. Se invece non si può rinunciare al forno elettrico, è buon costume spegnerlo qualche minuto prima della cottura dei cibi, per sfruttare il calore all’interno.

Si passa poi al bagno: il peccato originale, quando ci si fa la doccia o ci si rade, è lasciar scorrere l’acqua calda.

Evitare di farlo può portare a 36 euro in meno all’anno sulla bolletta. Quanto al bucato in lavatrice, è preferibile scegliere il programma più adatto ai propri indumenti, ad esempio evitando il più possibile i lavaggi a 90 gradi e optando per i 60 (25 euro in meno l’anno).

Raffreddamento in estate e riscaldamento in inverno, poi, portano a cifre di spesa (e di risparmio) ancora più alte: un grado in meno in inverno porta a 50 euro in meno in bolletta, mentre usare il deumidificatore anziché il condizionatore ne fa risparmiare 85.

E infine le luci: fino a 30 euro all’anno in bolletta in meno se si scelgono le lampadine a led, e soprattutto se si tengono spente quando non servono.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.