Simone di Saintjust

Effettivamente è allo studio della XII commissione permanente (affari Sociali) della Camera dei Deputati, un disegno di legge, presentato dalle forze di governo, per la concessione di un bonus pets (bonus animali domestici) alle famiglie con reddito ISEE inferiore ai 10 mila euro, in cui sia presente almeno un elemento ultra sessantacinquenne.

Il requisito relativo alla presenza di un soggetto con età superiore ai 65 anni nel nucleo familiare è riconducibile alla funzione di compagnia che cani e gatti rivestono per gli anziani, spesso lasciati soli a casa.

Il bonus avrà un valore massimo di 500 euro per ISEE inferiore a cinquemila euro e decresce all’aumentare dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (si annulla oltre i 10 mila euro). Sarà utilizzabile, qualora venisse approvato, solo per alimenti specifici per cani e gatti e presso i veterinari.

Il possesso di un animale domestico nel nucleo familiare sarà attestato con autocertificazione: il bonus verrà erogato dall’INPS.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.