Chiara Nicolai

Se l’obiettivo è quello di ridurre i prelievi mensili, riconducibili a pignoramento già esecutivo, dagli stipendi dei due coniugi, non ci sono i tempi: se, invece, si vuole puntare ad una ristrutturazione del debito in presenza di altri eventuali finanziamenti incombenti, il cui rimborso sottrae alle retribuzioni da lavoro dipendente, più del 50% di ciascuno dei due stipendi percepiti dai debitori, allora si può fare il tentativo per sottoporre istanza al giudice del sovraindebitamento finalizzata a ridimensionare le rate mensili (fino a ricondurle nei limiti del 50% della busta paga percepita) allungando, naturalmente, il periodo di rimborso.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.