Genny Manfredi

Ricordiamo che, ai fini della DSU/ISEE 2020, un soggetto maggiorenne non convivente con i propri genitori non fa parte del nucleo familiare di origine se, e solo se, ha già compiuto i 26 anni.

Un soggetto maggiorenne, non convivente con i propri genitori, ma con ètà inferiore a 26 anni, rientra sempre nel nucleo familiare dei propri genitori, a meno che non sia coniugato e/o abbia figli , oppure abbia percepito, nel 2018, un reddito superiore a 2.840,51 euro.

Prima di partire per la Germania per prendere servizio presso il datore di lavoro tedesco, suo fratello dovrà comunicare all’INPS con il modello RDC/PDC COM Esteso, l’esistenza della nuova situazione lavorativa. Dovrà altresì comunicare il reddito previsto per l’anno solare di avvio dell’attività (3200 euro se inizia a novembre). A gennaio 2021, inoltre, dovrà presentare il reddito presunto per l’anno solare 2021.

Probabilmente il reddito di cittadinanza del nucleo familiare revocato, a partire dal gennaio 2021, in ragione della nuova situazione reddituale. Appena stabilitosi in Germania, suo fratello si iscriverà all’AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero). Tuttavia, continuerà a far parte del nucleo familiare di origine se non ha percepito reddito nel 2018.

Nel 2022 (ammesso che nel 2020 suo fratello sia riuscito a guadagnare più di 2840,51 euro lordi e che la situazione lavorativa rimanga stabile) il lavoratore emigrato in Germania, pur non avendo ancora compiuto 26 anni, uscirà dal nucleo familiare dei genitori. Il nucleo familiare di origine residuo rimasto in Italia (genitori e due fratelli) potrà presentare istanza di reddito di cittadinanza.

Per continuare a mantenere il reddito di cittadinanza al nucleo familiare di appartenenza (sebbene ridotto per le questioni legate alla riduzione della scala di equivalenza), nello spazio di tempo che intercorre fino al momento in cui verrà occupato il posto di lavoro resosi disponibile in Germania suo fratello dovrebbe sposarsi (e andare a vivere con la moglie dai suoceri o in una casa diversa da quella occupata dai genitori) oppure avere un figlio ed andare a vivere altrove. Una missione, purtroppo, quasi impossibile.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.