Michelozzo Marra

Mi sorge un altro dubbio… Dato che il corso prevede uno stage BREVE di 80 ore (ovviamente con nessun compenso/rimborso a mio favore) ma con prevista assicurazione inail da parte dell’ente erogante il corso appunto, cosa dovrei fare per non compromettere il RDC? Devo rinunciare al corso?

Resta ferma la risposta già fornita, se le perplessità riguardano la possibilità di pagare il corso di formazione con carta RDC: se, invece, il problema si sposta sul versante della compatibilità del corso di formazione – coperto da assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) e, pertanto, estensivamente assimilato (in base al tenore della sua domanda) ad una prestazione lavorativa – con il Reddito di Cittadinanza, allora bisogna aggiungere che all’INPS, con il modello RDC/PDC COM esteso devono essere obbligatoriamente comunicate le variazioni della situazione lavorativa nelle forme di avvio di un’attività di lavoro dipendente, autonomo e di impresa individuale o di partecipazione, intervenute in corso di fruizione del RdC/PdC.

Non mi sembra affatto che la frequenza di un corso di formazione regionale, seppure coperto da assicurazione INAIL (è ovvio che la Regione si tuteli a fronte di un qualsiasi tipo di infortunio subito da uno dei partecipanti) possa essere equiparata all’avvio di un’attività di lavoro dipendente, autonomo e di impresa individuale o di partecipazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.