Simone di Saintjust

L’articolo 85, comma 1, del decreto legge 34/2020 (Decreto Rilancio), specifica che ai lavoratori domestici che abbiano avuto in essere, alla data del 23 febbraio 2020, uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore a 10 ore settimanali è riconosciuta, per i mesi di aprile e maggio 2020, un’indennità mensile pari a 500 euro, per ciascun mese. Quindi, sicuramente lei può accedere al beneficio, se è rispettato l’altro requisito del contratto, ovvero, un numero di ore lavorative superiore alle dieci settimanali.

L’indennità per i lavoratori domestici è incompatibile con il Reddito di Emergenza, che pertanto non potrà essere fruito dal nucleo familiare se in esso è presente un soggetto che ha già beneficiato del contributo colf-badanti di 500 euro (articolo 85 comma 3 del decreto legge 34/2020).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.