Andrea Ricciardi

L’Emergenza Coronavirus ha reso necessaria la proroga di molte scadenze fiscali ma anche amministrative: infatti, il Decreto Cura Italia ha pensato anche a questo e con l’articolo 104, ha prorogato la validità dei documenti scaduti dal 17 marzo scorso, fino al 31 agosto 2020.

Nel dettaglio, le carte di identità, digitali o cartacee, scadute o in scadenza avranno validità fino al 31 agosto 2020, ma per l’espatrio resta valida la data indicata nel documento.

Conformi fino al prossimo 15 giugno i permessi di soggiorno degli stranieri in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020.

Anche per le patenti di guida scadute dopo l’entrata in vigore del Decreto, è previsto lo slittamento della validità fino al 31 agosto, mentre avrà validità solo fino al 30 giugno il permesso provvisorio di guida dato dalla commissione medica, nel caso in cui la commissione medica locale non abbia potuto effettuare la visita nel giorno fissato.

Prorogate al 30 giugno 2020 le autorizzazioni alla guida (Foglio Rosa) con scadenza compresa fra il 1° febbraio e il 30 aprile 2020.

I veicoli a motore (auto e moto) e i rispettivi rimorchi da sottoporre a revisione entro il 31 luglio 2020 potranno circolare fino al 31 ottobre 2020.

Proroga anche del pagamento del bollo auto, nelle regioni del Nord Italia. In Piemonte, Lombardia e Emilia Romagna saranno prorogate di 30 giorni le scadenze dei versamenti nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020.

Il Decreto Cura Italia ha disposto il prolungamento del periodo di validità dei certificati Rc auto e moto a 30 giorni successivi alla scadenza.

La proroga è valida solo per le polizze con termine tra il 21 Febbraio e il 30 Aprile 2020.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.