Genny Manfredi

Per evitare la revoca del reddito di cittadinanza, entro 30 giorni dal riconoscimento del beneficio economico devono essere sottoscritte, da tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare, la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID), nonché la successiva sottoscrizione del Patto per il lavoro presso il Centro per l’impiego.

Sono esonerati dall’obbligo i componenti del nucleo familiare minorenni, quelli che frequentano un regolare corso di studi, i soggetti occupati, i beneficiari della pensione di cittadinanza, i titolari di pensione diretta, le persone di età pari o superiore a 65 anni (a prescindere dalla fruizione di un trattamento pensionistico), le persone con disabilità.

In particolare, con riferimento al concetto di regolare corso di studi, va precisato che in tale concetto possono essere inclusi:
a) l’iscrizione e regolare frequenza ad una scuola secondaria superiore di secondo grado (Licei,
Istituti tecnici, Istituti professionali, Istituti d’arte, Istituti magistrali);
b) l’iscrizione e regolare frequenza ad un corso di istruzione e formazione professionale (IeFP) o
istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS);
c) l’iscrizione ad un corso istruzione terziaria (laurea e laurea magistrale, percorsi di istruzione
offerti dalle istituzioni dell’AFAM – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica – e percorsi di
formazione offerti dagli ITS – Istituti Tecnici Superiori);
d) l’iscrizione ad un corso di specializzazione o di dottorato.

Nel caso di iscrizione ad un corso di laurea, di specializzazione o di dottorato, sono considerati regolari gli studenti che sono iscritti da un numero di anni accademici inferiore o uguale alla durata normale del corso di studio, aumentata di un anno.

Fonte: circolare 187/2020 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca