Stefano Iambrenghi

Ha diritto all’agevolazione fiscale il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado).

Per fruire della detrazione, è necessario pagare le spese tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e il codice fiscale, o numero di partita Iva, del beneficiario del pagamento.

Pertanto suo padre non ha diritto all’agevolazione: per risolvere, o suo padre acquisisce residenza presso l’immobile oggetto dei lavori di ristrutturazione, naturalmente prima della data di invio della comunicazione preliminare di inizio lavori alla ASL territorialmente competente (ove necessaria) o di inizio lavori (se non è necessaria la notifica preliminare alla ASL); oppure suo padre deve acquisisce, con atto notarile, la nuda proprietà, o l’usufrutto dell’immobile, sempre prima dell’avvio dei lavori..

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca