Annapaola Ferri

La scelta di rinunciare o accettare l’eredità dipende esclusivamente dal confronto fa la la quota di debito a carico del defunto che lei erediterebbe accettando e il valore della quota di patrimonio immobiliare lasciato dal de cuius di sua spettanza.

Tenga inoltre presente che se l’immobile non sarà abitato dal debitore (ovvero da uno degli eredi – con risultanze dall’anagrafe dei residenti del Comune in cui esso è ubicato) Agenzia delle Entrate Riscossione potrà procedere tranquillamente ad espropriazione e vendita all’asta.

La soluzione migliore, per evitare che il bene possa essere venduto a prezzo vile e qualora il valore dell’immobile risultasse maggiore dei debiti erariali accumulati dal defunto, è quella di accettare l’eredità, vendere l’immobile e con parte del ricavato saldare i debiti con lo Stato.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Privacy

Home

Cerca per tag

Altre Info