Giuseppe Pennuto

Il Dl Fiscale è legge dopo il via libera della Camera, infatti il testo ha incassato la fiducia a Palazzo Madama, che lo ha approvato in via definitiva con 166 sì e 122 no: tra i tanti provvedimenti spicca quello sull’rc auto familiare.

La RC auto familiare entrerà in vigore nel 2020 e consentirà a molte famiglie italiane un risparmio importante sull’assicurazione: ogni auto e moto all’interno dello stesso nucleo familiare verrà assicurata usufruendo della fascia più bassa.

Entrando un po’ più nel dettaglio, ogni mezzo posseduto in famiglia viene assicurato con la fascia più bassa disponibile, che sia un’auto o una moto.

Questa nuova RC auto, come dicevamo, entra in vigore dal prossimo mese di gennaio ed è estesa anche ai rinnovi, ma la condizione necessaria è l’assenza di incidenti (con colpa, anche parziale) nei cinque anni precedenti.

In altre parole attraverso il decreto si è istituita una classe di merito unica per la famiglia, applicabile a tutti i componenti del nucleo.

Non sono compresi in questa nuova legge gli autocarri, visto che non viene utilizzata la formula assicurativa bonus/malus, così come non rientrano le auto aziendali (se intestate al datore di lavoro), così come le auto a noleggio. Ma, in quest’ultimo caso, la RCA è solitamente compresa nel canone.

Difficile fare una stima precisa del risparmio, ma secondo alcune simulazioni, le famiglie, soprattutto più numerose, possono arrivare a risparmiare fino a 1.000 euro all’anno sull’assicurazione rc auto.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.