Loredana Pavolini

Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento del topic relativo all'intera discussione.

Con lo stipendio residuo al netto del pignoramento può farci ciò che vuole, se non ha altri creditori (diversi da quelli che hanno già ottenuto il pignoramento dello stipendio) ancora insoddisfatti che potrebbero lamentarsi dal giudice perché lei distrae fondi dall’eventuale saldo, pignorabile, di conto corrente.

E comunque, la revocatoria che può essere richiesta al giudice dal creditore riguarda atti pubblici e non trasferimenti di somme via bonifico: al massimo la questione del trasferimento di fondi dal conto corrente dell’intestatario a terzi, a titolo di liberalità, potrebbe risultare rilevante in tema di successione ereditaria.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.